Tipologia:Clinico-epidemiologica sperimentale Area di interesse: Organizzativa/Gestionale Descrizione :Le metastasi ossee sono attualmente la neoplasia più frequente e sono destinate ad aumentare per il prolungamento della vita a causa dei trattamenti specifici sempre più efficaci. Diventa quindi indispensabile un trattamento efficace per ottenere una qualità di vita migliore. I punti principali sono: - diagnosi di metastasi, poiché spesso queste si presentano come prima manifestazione di malattia e devono essere discriminate dalle lesioni ossee primitive; - prevenzione della frattura patologica che può insorgere all esordio, ma anche dopo terapie specifiche o locali quali la radioterapia; - prevenzione del danno neurologico da compressione midollare allo scopo di evitare l insorgere di paraparesi invalidanti che condizionano in modo importante la qualità di vita dei pazienti; - scelta adeguata del trattamento della metastasi ossea sia per la tempistica e la successione dei diversi tipi di trattamenti, sia per l indicazione ortopedica; - scelta del tipo di chirurgia che deve essere la più semplice possibile poiché spesso questi pazienti non sono in grado di subire interventi complessi, la più breve per ridurre le possibili complicazioni intra e postoperatorie, la più affidabile perché deve avere una durata almeno pari all aspettativa di vita del paziente poiché questi spesso non sono in grado di subire una seconda operazione, la più radicale perchè l asportazione di tutta la lesione rende più efficace l utilizzo delle terapie adjuvanti complementari. Sono numerose le ricostruzione attuabili dopo resezione di tumori ossei degli arti. Risultati e prodotti conseguiti - Attività previste Definizione di un protocollo di trattamento; definizione di sistemi multifattoriali che consentano di predire il rischio di frattura patologica sia agli arti, sia al rachide; definizione del miglior tipo di chirurgia per lesioni ossee della stessa sede, aspetto radiografico ed estensione; valutazione dell influenza dell estensione lineare e volumetrica sul rischio di frattura patologica. Obiettivi di assistenza: miglioramento del trattamento dei pazienti affetti da metastasi ossee con riduzione dei tempi di degenza e più rapido recupero funzionale; ottimizzazione delle procedure chirurgiche in relazione alle sedi di insorgenza di metastasi.

Progetto n. 47 - Le Metastasi ossee: studio epidemiologico / Pietro Ruggieri. - (2011).

Progetto n. 47 - Le Metastasi ossee: studio epidemiologico.

RUGGIERI, PIETRO
2011

Abstract

Tipologia:Clinico-epidemiologica sperimentale Area di interesse: Organizzativa/Gestionale Descrizione :Le metastasi ossee sono attualmente la neoplasia più frequente e sono destinate ad aumentare per il prolungamento della vita a causa dei trattamenti specifici sempre più efficaci. Diventa quindi indispensabile un trattamento efficace per ottenere una qualità di vita migliore. I punti principali sono: - diagnosi di metastasi, poiché spesso queste si presentano come prima manifestazione di malattia e devono essere discriminate dalle lesioni ossee primitive; - prevenzione della frattura patologica che può insorgere all esordio, ma anche dopo terapie specifiche o locali quali la radioterapia; - prevenzione del danno neurologico da compressione midollare allo scopo di evitare l insorgere di paraparesi invalidanti che condizionano in modo importante la qualità di vita dei pazienti; - scelta adeguata del trattamento della metastasi ossea sia per la tempistica e la successione dei diversi tipi di trattamenti, sia per l indicazione ortopedica; - scelta del tipo di chirurgia che deve essere la più semplice possibile poiché spesso questi pazienti non sono in grado di subire interventi complessi, la più breve per ridurre le possibili complicazioni intra e postoperatorie, la più affidabile perché deve avere una durata almeno pari all aspettativa di vita del paziente poiché questi spesso non sono in grado di subire una seconda operazione, la più radicale perchè l asportazione di tutta la lesione rende più efficace l utilizzo delle terapie adjuvanti complementari. Sono numerose le ricostruzione attuabili dopo resezione di tumori ossei degli arti. Risultati e prodotti conseguiti - Attività previste Definizione di un protocollo di trattamento; definizione di sistemi multifattoriali che consentano di predire il rischio di frattura patologica sia agli arti, sia al rachide; definizione del miglior tipo di chirurgia per lesioni ossee della stessa sede, aspetto radiografico ed estensione; valutazione dell influenza dell estensione lineare e volumetrica sul rischio di frattura patologica. Obiettivi di assistenza: miglioramento del trattamento dei pazienti affetti da metastasi ossee con riduzione dei tempi di degenza e più rapido recupero funzionale; ottimizzazione delle procedure chirurgiche in relazione alle sedi di insorgenza di metastasi.
2011
2009
Progetto n. 47 - Le Metastasi ossee: studio epidemiologico / Pietro Ruggieri. - (2011).
Pietro Ruggieri
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/420768
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact