Agenti Intelligenti e potere convenzionale