Epatite infettiva di Rubarth: una patologia ri-emergente?