Nel corso degli ultimi vent’anni, sulla scia del processo di crisi e trasformazione degli anni ’70, si sono verificati importanti mutamenti nei rapporti di lavoro, che hanno provocato lo scardinamento della centralità del rapporto di lavoro standard, ovvero il lavoro subordinato a tempo determinato. L’intento del libro è quello di analizzare tali mutamenti nel loro contesto storico di riferimento, alla luce della recente diffusione di forme di precarietà lavorativa. A tal fine, viene preso in esame il processo di “flessibilizzazione” che ha interessato i rapporti di lavoro a partire dagli anni ’80. Di esso viene tracciata l’evoluzione sia attraverso la ricostruzione dei principali interventi legislativi e delle politiche del lavoro ad essi legate, sia tramite l’analisi dell’impatto effettivo dell’introduzione dei cosiddetti lavori “atipici” sull’occupazione e sull’intero mercato del lavoro. Un’attenzione particolare è riservata all’analisi delle trasformazioni avvenute in seguito ai mutamenti dei rapporti di lavoro nell’occupazione femminile e nelle modalità di partecipazione delle donne al mercato del lavoro. L’interrogativo di fondo è se la generalizzata diffusione di forme di precarietà lavorativa sia davvero l’esito inevitabile di quel processo di “flessibilizzazione” dei rapporti di lavoro portato avanti negli ultimi due decenni.

Mutamenti nei rapporti di lavoro in Italia dalla crisi degli anni '70 alla flessibilità / Eloisa Betti. - STAMPA. - (2005), pp. 1-100.

Mutamenti nei rapporti di lavoro in Italia dalla crisi degli anni '70 alla flessibilità

BETTI, ELOISA
2005

Abstract

Nel corso degli ultimi vent’anni, sulla scia del processo di crisi e trasformazione degli anni ’70, si sono verificati importanti mutamenti nei rapporti di lavoro, che hanno provocato lo scardinamento della centralità del rapporto di lavoro standard, ovvero il lavoro subordinato a tempo determinato. L’intento del libro è quello di analizzare tali mutamenti nel loro contesto storico di riferimento, alla luce della recente diffusione di forme di precarietà lavorativa. A tal fine, viene preso in esame il processo di “flessibilizzazione” che ha interessato i rapporti di lavoro a partire dagli anni ’80. Di esso viene tracciata l’evoluzione sia attraverso la ricostruzione dei principali interventi legislativi e delle politiche del lavoro ad essi legate, sia tramite l’analisi dell’impatto effettivo dell’introduzione dei cosiddetti lavori “atipici” sull’occupazione e sull’intero mercato del lavoro. Un’attenzione particolare è riservata all’analisi delle trasformazioni avvenute in seguito ai mutamenti dei rapporti di lavoro nell’occupazione femminile e nelle modalità di partecipazione delle donne al mercato del lavoro. L’interrogativo di fondo è se la generalizzata diffusione di forme di precarietà lavorativa sia davvero l’esito inevitabile di quel processo di “flessibilizzazione” dei rapporti di lavoro portato avanti negli ultimi due decenni.
2005
100
8889368063
Mutamenti nei rapporti di lavoro in Italia dalla crisi degli anni '70 alla flessibilità / Eloisa Betti. - STAMPA. - (2005), pp. 1-100.
Eloisa Betti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/398518
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact