La riconversione degli stabilimenti STAVECO impone alcune considerazioni preliminari, necessarie ad inquadrare le procedure individuate per l’elaborazione del piano generale del nuovo campus universitario e a spiegare il significato delle scelte progettuali adottate. La cabina di regia istituita dall’Università e dal Comune di Bologna nasce a seguito del processo avviato per rispondere ad una problematica da troppo tempo irrisolta per la città: destinare l’antico arsenale dismesso a funzioni prioritarie, dando finalmente un’identità di stampo europeo a questo insediamento cittadino

Progetto STAVECO

AGNOLETTO, MATTEO
2014

Abstract

La riconversione degli stabilimenti STAVECO impone alcune considerazioni preliminari, necessarie ad inquadrare le procedure individuate per l’elaborazione del piano generale del nuovo campus universitario e a spiegare il significato delle scelte progettuali adottate. La cabina di regia istituita dall’Università e dal Comune di Bologna nasce a seguito del processo avviato per rispondere ad una problematica da troppo tempo irrisolta per la città: destinare l’antico arsenale dismesso a funzioni prioritarie, dando finalmente un’identità di stampo europeo a questo insediamento cittadino
Progetto STAVECO. Un nuovo polo universitario tra centro storico e collina
222
235
Matteo Agnoletto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/396871
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact