Lo studio di marcatori uniparentali del cromosoma Y – accoppiato ad una adeguata strategia di campionamento basata su variabili biodemografiche (ad es. cognomi) – consente di ricostruire strutture genetiche di popolazioni umane rivelatrici dei processi storici che hanno condotto alla situazione attuale. Presentiamo alcuni risultati preliminari di ricerche di antropologia molecolare in corso presso il nostro laboratorio. Il caso della Partecipanza di S. Giovanni in Persiceto – un peculiare isolato socio-culturale di origine medioevale legato all'eredità patrilineare della terra – è di particolare interesse in quanto consente di effettuare inferenze sulla storia del popolamento dell'area padana e di ricostruire tassi di mutazione per alcuni marcatori all'interno di genealogie documentate. Uno studio che coinvolge popolazioni non isolate dell'intero territorio italiano ha invece rivelato la presenza di discontinuità genetiche (legate alla geografia) la cui origine risale probabilmente al tardo Neolitico e alle successive Età dei Metalli.

Variabilità di marcatori uniparentali in popolazioni italiane a diverso grado di isolamento / Boattini A; Sarno S; Luiselli D; Pettener D. - STAMPA. - (2012), pp. 28-28. (Intervento presentato al convegno LA BIOLOGIA SPERIMENTALE: DALLE MOLECOLE ALL’ORGANISMO tenutosi a Parma nel 29 - 30 novembre 2012).

Variabilità di marcatori uniparentali in popolazioni italiane a diverso grado di isolamento

BOATTINI, ALESSIO;SARNO, STEFANIA;LUISELLI, DONATA;PETTENER, DAVIDE
2012

Abstract

Lo studio di marcatori uniparentali del cromosoma Y – accoppiato ad una adeguata strategia di campionamento basata su variabili biodemografiche (ad es. cognomi) – consente di ricostruire strutture genetiche di popolazioni umane rivelatrici dei processi storici che hanno condotto alla situazione attuale. Presentiamo alcuni risultati preliminari di ricerche di antropologia molecolare in corso presso il nostro laboratorio. Il caso della Partecipanza di S. Giovanni in Persiceto – un peculiare isolato socio-culturale di origine medioevale legato all'eredità patrilineare della terra – è di particolare interesse in quanto consente di effettuare inferenze sulla storia del popolamento dell'area padana e di ricostruire tassi di mutazione per alcuni marcatori all'interno di genealogie documentate. Uno studio che coinvolge popolazioni non isolate dell'intero territorio italiano ha invece rivelato la presenza di discontinuità genetiche (legate alla geografia) la cui origine risale probabilmente al tardo Neolitico e alle successive Età dei Metalli.
2012
Libro degli Abstract 85° Congresso SIBS
28
28
Variabilità di marcatori uniparentali in popolazioni italiane a diverso grado di isolamento / Boattini A; Sarno S; Luiselli D; Pettener D. - STAMPA. - (2012), pp. 28-28. (Intervento presentato al convegno LA BIOLOGIA SPERIMENTALE: DALLE MOLECOLE ALL’ORGANISMO tenutosi a Parma nel 29 - 30 novembre 2012).
Boattini A; Sarno S; Luiselli D; Pettener D
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/396858
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact