Con il termine mediazione ci si riferisce ad una varietà di pratiche agite in molti diversi ambiti di vita. La mediazione è stata finora applicata -oltre che nei conflitti tra popoli, gruppi, classi sociali- anche nei conflitti definiti di “seconda generazione”, ovvero alle dispute di vicinato e di quartiere, ai litigi familiari, ai conflitti a scuola e in altri contesti educativi, ai conflitti di tipo inter-culturale, ambientali, e sul posto di lavoro. Questo contributo descrive e analizza i percorsi di mediazione sociale e territoriale realizzati da due enti locali della regione Emilia Romagna. Attraverso la dettagliata ricostruzione della storia dei due progetti (costituita da azioni di mediazione, ma anche da discorsi sulla mediazione) propone una riflessione sulle pratiche educative che innervano tali esperienze di lavoro. Lo studio è frutto dell'applicazione del pensiero narrativo alla ricerca sociale e pedagogica. L’approccio narrativo prevede di stare in prossimità dell’esperienza, cercando di fornire una interpretazione dei fatti umani creando storie basate sull’intenzionalità dei soggetti e sulla sensibilità al contesto.

La nervatura pedagogica delle esperienze di mediazione / Manuela Vaccari. - STAMPA. - (2012), pp. 213-233.

La nervatura pedagogica delle esperienze di mediazione

VACCARI, MANUELA
2012

Abstract

Con il termine mediazione ci si riferisce ad una varietà di pratiche agite in molti diversi ambiti di vita. La mediazione è stata finora applicata -oltre che nei conflitti tra popoli, gruppi, classi sociali- anche nei conflitti definiti di “seconda generazione”, ovvero alle dispute di vicinato e di quartiere, ai litigi familiari, ai conflitti a scuola e in altri contesti educativi, ai conflitti di tipo inter-culturale, ambientali, e sul posto di lavoro. Questo contributo descrive e analizza i percorsi di mediazione sociale e territoriale realizzati da due enti locali della regione Emilia Romagna. Attraverso la dettagliata ricostruzione della storia dei due progetti (costituita da azioni di mediazione, ma anche da discorsi sulla mediazione) propone una riflessione sulle pratiche educative che innervano tali esperienze di lavoro. Lo studio è frutto dell'applicazione del pensiero narrativo alla ricerca sociale e pedagogica. L’approccio narrativo prevede di stare in prossimità dell’esperienza, cercando di fornire una interpretazione dei fatti umani creando storie basate sull’intenzionalità dei soggetti e sulla sensibilità al contesto.
2012
La società della discordia. Prospettive pedagogiche per la mediaizone e la gestione dei conflitti
213
233
La nervatura pedagogica delle esperienze di mediazione / Manuela Vaccari. - STAMPA. - (2012), pp. 213-233.
Manuela Vaccari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/395985
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact