L'appello all'eguaglianza come ideale regolativo: paradossi e problemi tra forma e sostanza