Il piccolo dipinto raffigura una scena storica non identificabile nei termini descrittivi in voga a fine Settecento, scegliendo l'autore un'impostazione ancora nei termini di spazio e movimento del barocco e fissando i personaggi in pose desunte con puntualità dai modelli degli Incamminati rivisti attraverso il lessico di Gaetano Gandolfi, padre e maestro dell'autore. La velocità di resa e la scelta di impasti densi di materia attesta delle scelte nell'alveo della tradizione ancora negli anni ottanta del secolo.

Mauro Gandolfi, Scena storica / Donatella Biagi Maino. - STAMPA. - (2011), pp. 123-126.

Mauro Gandolfi, Scena storica

BIAGI, DONATELLA
2011

Abstract

Il piccolo dipinto raffigura una scena storica non identificabile nei termini descrittivi in voga a fine Settecento, scegliendo l'autore un'impostazione ancora nei termini di spazio e movimento del barocco e fissando i personaggi in pose desunte con puntualità dai modelli degli Incamminati rivisti attraverso il lessico di Gaetano Gandolfi, padre e maestro dell'autore. La velocità di resa e la scelta di impasti densi di materia attesta delle scelte nell'alveo della tradizione ancora negli anni ottanta del secolo.
2011
Il bel dipingere. dal XV al XVIII secolo
123
126
Mauro Gandolfi, Scena storica / Donatella Biagi Maino. - STAMPA. - (2011), pp. 123-126.
Donatella Biagi Maino
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/392605
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact