Obiettivo di questo saggio introduttivo non è quello di addentrarsi nella disamina del tema della povertà oggi, ma piuttosto di sviluppare una riflessione sulle particolari implicazioni che l’emergere prorompente di questo tema nel dibattito scientifico, politico e culturale pone in termini soprattutto pedagogici. Per altro, Chiara Giustini, nel presente volume, darà ampio spazio all’analisi della povertà come fenomeno di dimensioni globali e che pur-troppo assedia da lungo tempo soprattutto territori extraeuropei, ma che ri-guarda anche una buona parte delle popolazioni del nostro continente e del nostro paese. Se il 1929 è entrato nella storia come l’inizio della “grande depressione”, la più grave crisi economico-sociale del novecento dalla quale il mondo è uscito solo dopo la seconda guerra mondiale, il 2008 passerà alla storia come una nuova soglia epocale che cambierà probabilmente paradigmi e modelli e dopo la quale gli equilibri geopolitici dovranno essere rivisti. Di questa nuova crisi non vediamo ancora la fine, ma, quel che più preoccupa, ancora non sono state a pieno elaborate cause e possibili soluzioni. Questo elemento di novità deve far riflettere sulle condizioni storiche e sociali che hanno portato alla nascita dell’ambito di studi interdisciplinare sulla povertà che rispecchia un orizzonte caratterizzato da una nuova emergenza e nuove condizioni economiche tipiche del nostro tempo. Se fino al 2008 parlare di povertà significava più che altro rivolgere lo sguardo ai paesi del sud del mondo o in via di sviluppo, oggi lo studio di questa emergenza si rivolge anche ai paesi occidentali e a questioni che esulano dallo specifico economico-sociale, allargandosi agli ambiti della cultura, dei modelli politici, della dimensione identitaria e soggettiva.

Il paradigma della povertà tra Pedagogia e Politica / alessandro tolomelli. - STAMPA. - (2012), pp. 17-51.

Il paradigma della povertà tra Pedagogia e Politica

TOLOMELLI, ALESSANDRO
2012

Abstract

Obiettivo di questo saggio introduttivo non è quello di addentrarsi nella disamina del tema della povertà oggi, ma piuttosto di sviluppare una riflessione sulle particolari implicazioni che l’emergere prorompente di questo tema nel dibattito scientifico, politico e culturale pone in termini soprattutto pedagogici. Per altro, Chiara Giustini, nel presente volume, darà ampio spazio all’analisi della povertà come fenomeno di dimensioni globali e che pur-troppo assedia da lungo tempo soprattutto territori extraeuropei, ma che ri-guarda anche una buona parte delle popolazioni del nostro continente e del nostro paese. Se il 1929 è entrato nella storia come l’inizio della “grande depressione”, la più grave crisi economico-sociale del novecento dalla quale il mondo è uscito solo dopo la seconda guerra mondiale, il 2008 passerà alla storia come una nuova soglia epocale che cambierà probabilmente paradigmi e modelli e dopo la quale gli equilibri geopolitici dovranno essere rivisti. Di questa nuova crisi non vediamo ancora la fine, ma, quel che più preoccupa, ancora non sono state a pieno elaborate cause e possibili soluzioni. Questo elemento di novità deve far riflettere sulle condizioni storiche e sociali che hanno portato alla nascita dell’ambito di studi interdisciplinare sulla povertà che rispecchia un orizzonte caratterizzato da una nuova emergenza e nuove condizioni economiche tipiche del nostro tempo. Se fino al 2008 parlare di povertà significava più che altro rivolgere lo sguardo ai paesi del sud del mondo o in via di sviluppo, oggi lo studio di questa emergenza si rivolge anche ai paesi occidentali e a questioni che esulano dallo specifico economico-sociale, allargandosi agli ambiti della cultura, dei modelli politici, della dimensione identitaria e soggettiva.
2012
Approssimarsi alla povertà tra teorie, esperienze e buone prassi
17
51
Il paradigma della povertà tra Pedagogia e Politica / alessandro tolomelli. - STAMPA. - (2012), pp. 17-51.
alessandro tolomelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/377257
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact