Questo contributo prosegue l'analisi specialistica di un volume che, caso unico nel suo genere, raccoglie in un unico volume gli elementi fondamentali del diritto pubblico italiano e le nozioni relative al nostro sistema dei servizi alla persona, e si apre con lo studio del diritto all'assistenza sociale. Il tema viene letto e declinato a partire dall'analisi dei principi di solidarietà ed eguaglianza, per poi arrivare a esaminarne la coniugazione quale diritto a prestazione. A seguire, si esamina il sistema di sicurezza sociale e il concetto di "stato di bisogno", e in relazione a ciò si arriva a distinguere l’estensione soggettiva del diritto alle prestazioni e ai servizi sociali dall’estensione oggettiva del diritto all’assistenza sociale. Questa parte del lavoro si conclude poi con la rassegna delle tipologie e delle possibili declinazioni del diritto alle prestazioni di assistenza sociale, per poi analizzare quali siano le posizioni giuridiche soggettive correlate a tale diritto. Il lavoro prende poi in considerazione quelli che sono stati gli effetti sul sistema di assistenza sociale della riforma costituzionale del 2001, da una parte studiando il riparto della potestà legislativa; dall'altra esaminando il principio di sussidiarietà verticale e il riparto delle funzioni amministrative. Da questa analisi prende avvio lo studio sulle funzioni statali e la struttura del Ministero per il lavoro e le politiche sociali, sulle funzioni amministrative delle Regioni e degli enti locali, per concludere questa parte con un approfondimento sul ruolo della programmazione. Diversamente, si presta specifica attenzione alla declinazione orizzontale del principio di sussidiarietà, ponendolo in stretta relazione con la costruzione del sistema integrato degli interventi socio assistenziali. Il contributo prosegue con lo studio dei modelli di erogazione delle prestazioni socio assistenziali, prima distinguendo i diversi sistemi come delineati nelle norme regionali, poi soffermandosi in particolare sugli istituti della convenzione e dell'accreditamento. La successiva parte del lavoro si dedica a una breve rassegna dei possibili soggetti del Terzo settore, dedicando attenzione particolare alle ASP. Infine, e in forma sintetica, si dà conto della legislazione settoriale, soffermandosi su domiciliarità, assistenza agli anziani, disabilità, le dipendenze (tossicodipendenza, alcolismo, fumo e ludopatia) e le politiche sull’immigrazione.

Diritti sociali e sistema assistenziale

DONATI, DANIELE
2014

Abstract

Questo contributo prosegue l'analisi specialistica di un volume che, caso unico nel suo genere, raccoglie in un unico volume gli elementi fondamentali del diritto pubblico italiano e le nozioni relative al nostro sistema dei servizi alla persona, e si apre con lo studio del diritto all'assistenza sociale. Il tema viene letto e declinato a partire dall'analisi dei principi di solidarietà ed eguaglianza, per poi arrivare a esaminarne la coniugazione quale diritto a prestazione. A seguire, si esamina il sistema di sicurezza sociale e il concetto di "stato di bisogno", e in relazione a ciò si arriva a distinguere l’estensione soggettiva del diritto alle prestazioni e ai servizi sociali dall’estensione oggettiva del diritto all’assistenza sociale. Questa parte del lavoro si conclude poi con la rassegna delle tipologie e delle possibili declinazioni del diritto alle prestazioni di assistenza sociale, per poi analizzare quali siano le posizioni giuridiche soggettive correlate a tale diritto. Il lavoro prende poi in considerazione quelli che sono stati gli effetti sul sistema di assistenza sociale della riforma costituzionale del 2001, da una parte studiando il riparto della potestà legislativa; dall'altra esaminando il principio di sussidiarietà verticale e il riparto delle funzioni amministrative. Da questa analisi prende avvio lo studio sulle funzioni statali e la struttura del Ministero per il lavoro e le politiche sociali, sulle funzioni amministrative delle Regioni e degli enti locali, per concludere questa parte con un approfondimento sul ruolo della programmazione. Diversamente, si presta specifica attenzione alla declinazione orizzontale del principio di sussidiarietà, ponendolo in stretta relazione con la costruzione del sistema integrato degli interventi socio assistenziali. Il contributo prosegue con lo studio dei modelli di erogazione delle prestazioni socio assistenziali, prima distinguendo i diversi sistemi come delineati nelle norme regionali, poi soffermandosi in particolare sugli istituti della convenzione e dell'accreditamento. La successiva parte del lavoro si dedica a una breve rassegna dei possibili soggetti del Terzo settore, dedicando attenzione particolare alle ASP. Infine, e in forma sintetica, si dà conto della legislazione settoriale, soffermandosi su domiciliarità, assistenza agli anziani, disabilità, le dipendenze (tossicodipendenza, alcolismo, fumo e ludopatia) e le politiche sull’immigrazione.
Lineamenti di diritto pubblico per i servizi sociali
257
316
Daniele Donati
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/376050
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact