L’aforisma nel primo Novecento italiano tra “La Voce” e “Lacerba”