Il saggio difende una forma di realismo metafisico mettendo in luce l'infondatezza di una popolare obiezione all'oggettività dei fatti. Il nocciolo dell'argomento è che la conclusione che i fatti non sono altro che costruzioni sociali non segue dalla constatazione che se non avessimo (ad esempio) i concetti di dinosauro e di fatto non potremmo dire e pensare che è un fatto che sono esistiti i dinosauri.

Fatti, verità e mondi possibili

VOLPE, GIORGIO
2014

Abstract

Il saggio difende una forma di realismo metafisico mettendo in luce l'infondatezza di una popolare obiezione all'oggettività dei fatti. Il nocciolo dell'argomento è che la conclusione che i fatti non sono altro che costruzioni sociali non segue dalla constatazione che se non avessimo (ad esempio) i concetti di dinosauro e di fatto non potremmo dire e pensare che è un fatto che sono esistiti i dinosauri.
La dinamica della ricerca. Mozioni e rimozioni nella scienza
79
93
Volpe G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/354315
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact