L'impegno di questa U.O. - sulla scorta di una documentazione raccolta e catalogata attraverso l'accurata e ormai ventennale analisi di oltre cinquanta archivi nazionali, pubblici e privati, con il contributo quindi di un patrimonio di oltre 5000, tra progetti architettonici e piani urbanistici -, intende indagare i meccanismi procedurali attraverso i quali un così complesso sistema operativo si è mosso almeno a livello nazionale, focalizzando la propria attenzione critica su di una serie di cruciali nodi disciplinari: i) il dibattito sulla "Città di fondazione fuori d'"Italia"; ii) il "Piano Regolatore Generale dell'Impero"; iii) l'insegnamento nelle facoltà di Architettura e di Ingegneria dell'urbanistica coloniale; iv) l'istituzione e lo sviluppo dell'Istituto Agronomico per l'Oltremare; v) la creazione di un'apposita sezione dell'ANAS per la progettazione e la realizzazione della rete stradale in Libia e in Africa Orientale; vi) la programmazione e l'attrezzatura delle linee di connessione aree, marittime e dell'"etere", tra territorio metropolitano e periferia coloniale. Le problematiche disciplinari ora evidenziate costituiranno l'indispensabile supporto diagnostico destinato allo sforzo documentale messo in cantiere nei successivi punti.

Modelli e strategie per l’“edificazione della terra”. Un atlante iconografico delle città di fondazione, reti infrastrutturali, insediamenti agricoli nei territori libici, con particolare riferimento all'architettura degli esponenti del "Novecento" italiano.

GRESLERI, GIULIANO
2005

Abstract

L'impegno di questa U.O. - sulla scorta di una documentazione raccolta e catalogata attraverso l'accurata e ormai ventennale analisi di oltre cinquanta archivi nazionali, pubblici e privati, con il contributo quindi di un patrimonio di oltre 5000, tra progetti architettonici e piani urbanistici -, intende indagare i meccanismi procedurali attraverso i quali un così complesso sistema operativo si è mosso almeno a livello nazionale, focalizzando la propria attenzione critica su di una serie di cruciali nodi disciplinari: i) il dibattito sulla "Città di fondazione fuori d'"Italia"; ii) il "Piano Regolatore Generale dell'Impero"; iii) l'insegnamento nelle facoltà di Architettura e di Ingegneria dell'urbanistica coloniale; iv) l'istituzione e lo sviluppo dell'Istituto Agronomico per l'Oltremare; v) la creazione di un'apposita sezione dell'ANAS per la progettazione e la realizzazione della rete stradale in Libia e in Africa Orientale; vi) la programmazione e l'attrezzatura delle linee di connessione aree, marittime e dell'"etere", tra territorio metropolitano e periferia coloniale. Le problematiche disciplinari ora evidenziate costituiranno l'indispensabile supporto diagnostico destinato allo sforzo documentale messo in cantiere nei successivi punti.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/34813
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact