Il saggio pone l’accento sulla difficoltà di pervenire ad un giudizio di alta probabilità scientifica equivalente a certezza, circa l’eziologia lavorativa di mesoteliomi, stante da un lato l’opinione clinica secondo cui il mesotelioma non è dipendente dalla quantità di fibre di asbesto inalate (cosicché è sufficiente una dose minima) in soggetti sensibili e dall’altro, il fatto che per decenni l’amianto è stato presente massicciamente negli ambienti di vita ordinaria.

Esposizione ad amianto, mesotelioma del lavoratore e responsabilità del datore di lavoro

DONDI, GERMANO
2006

Abstract

Il saggio pone l’accento sulla difficoltà di pervenire ad un giudizio di alta probabilità scientifica equivalente a certezza, circa l’eziologia lavorativa di mesoteliomi, stante da un lato l’opinione clinica secondo cui il mesotelioma non è dipendente dalla quantità di fibre di asbesto inalate (cosicché è sufficiente una dose minima) in soggetti sensibili e dall’altro, il fatto che per decenni l’amianto è stato presente massicciamente negli ambienti di vita ordinaria.
Il rischio da amianto
63
76
Dondi G.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/33999
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact