Si tratta della prima retrospettiva che analizza e rende omaggio a Pour Toi, uno dei marchi di maglieria più innovativi degli Ottanta, anni che non sono stati soltanto il momento dei tailleur manageriali con spalle super-imbottite, ma anche stagione eccezionalmente sperimentale e creativamente felice per il Made in Italy. La mostra Pour Toi / Pure 80s (allestimenti di Luca Trevisani) propone un’accurata selezione di disegni, fotografie, video di sfilate e abiti creati dall’architetto e art director italiano Luca Coelli e dall’artista e ricamatore americano Sam Rey. Lavorando in coppia tra il 1985 – anno di lancio ufficiale della linea Pour Toi sulle passerelle milanesi – e la fine del decennio, Coelli e Rey hanno definito l’inconfondibile stile di questo marchio, portandolo in poche stagioni a un successo e a una visibilità internazionali. Nelle collezioni di Pour Toi un senso di cosmopolitismo urbano si fonde spesso con rarefatti accenti etnici e con riferimenti a motivi di derivazione atzeca, copta, indiana e nord-africana. Autori di un design nitido e geometrico e di un’altrettanto nitida visione della moda, Luca Coelli e Sam Rey hanno rifiutato l’etichetta di "stilista", preferendo considerarsi – in anni di esaltazione per la moda e i suoi creatori – professionisti ibridi, coinvolti temporaneamente nell’industria del fashion.

Pour Toi / Pure 80s

LUPANO, MARIO;VACCARI, ALESSANDRA
2006

Abstract

Si tratta della prima retrospettiva che analizza e rende omaggio a Pour Toi, uno dei marchi di maglieria più innovativi degli Ottanta, anni che non sono stati soltanto il momento dei tailleur manageriali con spalle super-imbottite, ma anche stagione eccezionalmente sperimentale e creativamente felice per il Made in Italy. La mostra Pour Toi / Pure 80s (allestimenti di Luca Trevisani) propone un’accurata selezione di disegni, fotografie, video di sfilate e abiti creati dall’architetto e art director italiano Luca Coelli e dall’artista e ricamatore americano Sam Rey. Lavorando in coppia tra il 1985 – anno di lancio ufficiale della linea Pour Toi sulle passerelle milanesi – e la fine del decennio, Coelli e Rey hanno definito l’inconfondibile stile di questo marchio, portandolo in poche stagioni a un successo e a una visibilità internazionali. Nelle collezioni di Pour Toi un senso di cosmopolitismo urbano si fonde spesso con rarefatti accenti etnici e con riferimenti a motivi di derivazione atzeca, copta, indiana e nord-africana. Autori di un design nitido e geometrico e di un’altrettanto nitida visione della moda, Luca Coelli e Sam Rey hanno rifiutato l’etichetta di "stilista", preferendo considerarsi – in anni di esaltazione per la moda e i suoi creatori – professionisti ibridi, coinvolti temporaneamente nell’industria del fashion.
2006
M. Lupano; A. Vaccari
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/30882
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact