In questo libro si raccolgono i risultati di un’originale indagine sulle attività alieutiche lungo i secoli dell’età moderna. Si toccano problematiche di carattere politico, sociale, economico e culturale inerenti il mondo della pesca. La storia delle marinerie da pesca esce finalmente dalla “marginalità” acquistando a pieno titolo un suo spazio come tema storiografico importante, passibile di essere studiato sotto diversi profili. Qui se ne dà prova attraverso una serie di saggi che spaziano dalla considerazione della pesca come economia di sussistenza alla formazione dell’impresa di produzione ittica finalizzata al commercio su più larga scala; dall’esame delle pratiche di pesca costiera in uso nel Cinquecento all’invenzione sei-settecentesca di accorgimenti tecnologici utili a conquistare il mare aperto; dalla trasformazione delle tecniche di navigazione, alla organizzazione lavorativa dei pescatori; dalle emigrazioni stagionali delle flottiglie alla ricerca di zone sempre più pescose, ai conflitti di classe; dalla politica della pesca negli stati d’ancièn régime, alle teorie degli economisti nell’età delle riforme. Un particolare inquadramento è riservato anche ai periodi di congiuntura, alla politica internazionale e ai fenomeni di carattere climatico che hanno contribuito a modificare e a strutturare nel corso dell’età moderna la professionalità dei pescatori e l’uso del mare finalizzato al commercio del pesce fresco e all’industria.

Microcosmi mediterranei. Le comunità dei pescatori nell'età moderna

DE NICOLO', MARIA LUCIA
2005

Abstract

In questo libro si raccolgono i risultati di un’originale indagine sulle attività alieutiche lungo i secoli dell’età moderna. Si toccano problematiche di carattere politico, sociale, economico e culturale inerenti il mondo della pesca. La storia delle marinerie da pesca esce finalmente dalla “marginalità” acquistando a pieno titolo un suo spazio come tema storiografico importante, passibile di essere studiato sotto diversi profili. Qui se ne dà prova attraverso una serie di saggi che spaziano dalla considerazione della pesca come economia di sussistenza alla formazione dell’impresa di produzione ittica finalizzata al commercio su più larga scala; dall’esame delle pratiche di pesca costiera in uso nel Cinquecento all’invenzione sei-settecentesca di accorgimenti tecnologici utili a conquistare il mare aperto; dalla trasformazione delle tecniche di navigazione, alla organizzazione lavorativa dei pescatori; dalle emigrazioni stagionali delle flottiglie alla ricerca di zone sempre più pescose, ai conflitti di classe; dalla politica della pesca negli stati d’ancièn régime, alle teorie degli economisti nell’età delle riforme. Un particolare inquadramento è riservato anche ai periodi di congiuntura, alla politica internazionale e ai fenomeni di carattere climatico che hanno contribuito a modificare e a strutturare nel corso dell’età moderna la professionalità dei pescatori e l’uso del mare finalizzato al commercio del pesce fresco e all’industria.
1-368
8849123035
DE NICOLO' M.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/2946
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact