Partendo dal ritrovamento di una nuova versione del modelletto della Fede di Ercole Ferrata, questo testo esamina complessivamente il cantiere della cappella Falconieri e ridiscute il rapporto professionale che legò Melchiorre Cafà e Ferrata negli anni sessanta del Seicento mettendo in luce la forte autonomia stilistica dello scultore maltese e anzi il suo possibile ruolo nei confronti del più vecchio 'maestro'.

Ferrata, Cafà, i Falconieri e un nuovo modello per la Fede in San Giovanni dei Fiorentini

BACCHI, ANDREA
2012

Abstract

Partendo dal ritrovamento di una nuova versione del modelletto della Fede di Ercole Ferrata, questo testo esamina complessivamente il cantiere della cappella Falconieri e ridiscute il rapporto professionale che legò Melchiorre Cafà e Ferrata negli anni sessanta del Seicento mettendo in luce la forte autonomia stilistica dello scultore maltese e anzi il suo possibile ruolo nei confronti del più vecchio 'maestro'.
63
3980947041
A.Bacchi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/271556
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact