Il falso in attestazioni e relazioni