L'articolo è una analisi semiotica della stuttura del Museo per la memoria di Ustica di Bologna. Nel corso dell'analisi vengono prese in carico le organizzazioni spazili e cromatiche, la particoalre natura performativa della installazione di Christian Boltanski e il posizionamento dello spettatore all'intetno dello spazio della installazione.

Il colore della memoria. Boltanski e il Museo per Ustica

VIOLI, MARIA PATRIZIA
2013

Abstract

L'articolo è una analisi semiotica della stuttura del Museo per la memoria di Ustica di Bologna. Nel corso dell'analisi vengono prese in carico le organizzazioni spazili e cromatiche, la particoalre natura performativa della installazione di Christian Boltanski e il posizionamento dello spettatore all'intetno dello spazio della installazione.
La nerezza del nero
46
53
Violi Patrizia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/248279
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact