L'obiettivo del convegno era l'analisi di un aspetto del fenomeno architettonico e sociale delle colonie di vacanza, costituito dalla sua diffusione in altri paesi europei. Gli interventi hanno mostrato la ricchezza del tema delle colonie, e si sono soffermati sui suoi aspetti urbani, sociali e politici, ed anche su quelli tipologici, costruttivi e linguistici. CONVEGNO INTERNAZIONALE: ARCHITETTURE PER LE COLONIE DI VACANZA ESPERIENZE EUROPEE Cervia, Teatro Comunale, 24-26 febbraio 2005 GIOVEDÌ 24 FEBBRAIO 2004 14.30-14.45 - Saluti delle autorità - Roberto Zoffoli, Sindaco di Cervia - Piero Secondini, Direttore del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale, Alma Mater Studiorum - Università degli Studi di Bologna 14.45-15.30 - Introduzione del colloquio - Valter Balducci (Facoltà di Architettura, Cesena), curatore, L'identità molteplice delle colonie di vacanza - Werner Szambien (CNRS, Parigi), Colonie di vacanza: definizioni e prospettive 15.30-17.30 - Panorami: il turismo, il litorale, gli insediamenti moderatore: Valter Balducci - Valentina Orioli (DAPT, Bologna), Le "città delle colonie" in Emilia-Romagna - Allan Brodie (English Heritage, Londra), Dal Sea Bathing Infirmary agli Holiday Camps - David Peleman (Università di Gand), Ospizi e colonie della costa del Belgio - Darja Radovic Mahečić, (Istituto di Storia dell'Arte, Zagabria), L’altro Adriatico: colonie di vacanza in Croazia VENERDÌ 25 FEBBRAIO 2004 9.30-12.30 - Aspetti sociali e politici nelle colonie di vacanza - Pier Giorgio Massaretti (Facoltà di Architettura, Cesena), Le colonie di vacanza infantile: dispositivi egemonici e modelli pedagogici. Il caso esemplare di Cervia - Claire Eggs Debidour (Storico dell'architettura), La nascita delle colonie di vacanza in Svizzera - Elena Mucelli (Facoltà di Architettura, Cesena), Educazione e propaganda nelle colonie marine: lo spazio, le regole, i messaggi - Antonio Pizza (Escuela Tecnica de Arquitectura, Barcellona), Il Dispensario Antitubercolare di Barcellona (1933-1937) e La Ciutat de Repós i de Vacances (1932-1937): architettura e città terapeutiche nei progetti del GATCPAC - Simona Talenti (Ecole d'Architecture, Rennes), Le colonie delle municipalità comuniste in Francia - Francesco Saverio Fera (Facoltà di Architettura, Cesena), Un nuovo programma organizzativo: la colonie marina un simbolo della formazione giovanile del regime fascista? - Stefania Rössl (Facoltà di Architettura, Cesena), L'uso dell'immagine come icona della modernità 13.00 - Pranzo 15.00-18.30– Costruzione, tipo e linguaggio nelle colonie di vacanza - Pierre-Louis Laget (Direction Régional des Affaires Culturelles Nord - Pas-de-Calais, Lille), Genesi degli ospedali marittimi in Francia - Annalisa Trentin (Facoltà di Architettura, Cesena), Mario Loreti: i luoghi della cura tra il mare e le Alpi - Carmen Popescu (Membre correspondante du Laboratoire de Recherche "André Chastel"-Université Paris IV-Sorbonne, Parigi), Una colonia infantile nella Romania socialista - Silvia Barisione (The Mitchell Wolfson Jr. Collection-Fondazione Regionale C. Colombo, Genova), Questioni di linguaggio nelle colonie del regime In forma di conclusione: le colonie di vacanza tra conservazione e progetto - Ferruccio Canali (Facoltà di Architettura, Cesena), Il "sistema" delle colonie a mare della riviera romagnola tra restauro territoriale, tutela paesaggistica e restauro del moderno - Maura Savini (Facoltà di Architettura, Cesena), Progetto urbano e ricostruzione dei luoghi: le "città delle colonie" SABATO 26 FEBBRAIO 2004 9.30-16.30 - Visite guidate alle colonie Montecatini e Varese a Cervia-Milano Marittima, Agip a Cesenatico e "Le Navi" a Cattolica.

Convegno: Architetture per le colonie di vacanza. Esperienze europee

BALDUCCI, VALTER
2005

Abstract

L'obiettivo del convegno era l'analisi di un aspetto del fenomeno architettonico e sociale delle colonie di vacanza, costituito dalla sua diffusione in altri paesi europei. Gli interventi hanno mostrato la ricchezza del tema delle colonie, e si sono soffermati sui suoi aspetti urbani, sociali e politici, ed anche su quelli tipologici, costruttivi e linguistici. CONVEGNO INTERNAZIONALE: ARCHITETTURE PER LE COLONIE DI VACANZA ESPERIENZE EUROPEE Cervia, Teatro Comunale, 24-26 febbraio 2005 GIOVEDÌ 24 FEBBRAIO 2004 14.30-14.45 - Saluti delle autorità - Roberto Zoffoli, Sindaco di Cervia - Piero Secondini, Direttore del Dipartimento di Architettura e Pianificazione Territoriale, Alma Mater Studiorum - Università degli Studi di Bologna 14.45-15.30 - Introduzione del colloquio - Valter Balducci (Facoltà di Architettura, Cesena), curatore, L'identità molteplice delle colonie di vacanza - Werner Szambien (CNRS, Parigi), Colonie di vacanza: definizioni e prospettive 15.30-17.30 - Panorami: il turismo, il litorale, gli insediamenti moderatore: Valter Balducci - Valentina Orioli (DAPT, Bologna), Le "città delle colonie" in Emilia-Romagna - Allan Brodie (English Heritage, Londra), Dal Sea Bathing Infirmary agli Holiday Camps - David Peleman (Università di Gand), Ospizi e colonie della costa del Belgio - Darja Radovic Mahečić, (Istituto di Storia dell'Arte, Zagabria), L’altro Adriatico: colonie di vacanza in Croazia VENERDÌ 25 FEBBRAIO 2004 9.30-12.30 - Aspetti sociali e politici nelle colonie di vacanza - Pier Giorgio Massaretti (Facoltà di Architettura, Cesena), Le colonie di vacanza infantile: dispositivi egemonici e modelli pedagogici. Il caso esemplare di Cervia - Claire Eggs Debidour (Storico dell'architettura), La nascita delle colonie di vacanza in Svizzera - Elena Mucelli (Facoltà di Architettura, Cesena), Educazione e propaganda nelle colonie marine: lo spazio, le regole, i messaggi - Antonio Pizza (Escuela Tecnica de Arquitectura, Barcellona), Il Dispensario Antitubercolare di Barcellona (1933-1937) e La Ciutat de Repós i de Vacances (1932-1937): architettura e città terapeutiche nei progetti del GATCPAC - Simona Talenti (Ecole d'Architecture, Rennes), Le colonie delle municipalità comuniste in Francia - Francesco Saverio Fera (Facoltà di Architettura, Cesena), Un nuovo programma organizzativo: la colonie marina un simbolo della formazione giovanile del regime fascista? - Stefania Rössl (Facoltà di Architettura, Cesena), L'uso dell'immagine come icona della modernità 13.00 - Pranzo 15.00-18.30– Costruzione, tipo e linguaggio nelle colonie di vacanza - Pierre-Louis Laget (Direction Régional des Affaires Culturelles Nord - Pas-de-Calais, Lille), Genesi degli ospedali marittimi in Francia - Annalisa Trentin (Facoltà di Architettura, Cesena), Mario Loreti: i luoghi della cura tra il mare e le Alpi - Carmen Popescu (Membre correspondante du Laboratoire de Recherche "André Chastel"-Université Paris IV-Sorbonne, Parigi), Una colonia infantile nella Romania socialista - Silvia Barisione (The Mitchell Wolfson Jr. Collection-Fondazione Regionale C. Colombo, Genova), Questioni di linguaggio nelle colonie del regime In forma di conclusione: le colonie di vacanza tra conservazione e progetto - Ferruccio Canali (Facoltà di Architettura, Cesena), Il "sistema" delle colonie a mare della riviera romagnola tra restauro territoriale, tutela paesaggistica e restauro del moderno - Maura Savini (Facoltà di Architettura, Cesena), Progetto urbano e ricostruzione dei luoghi: le "città delle colonie" SABATO 26 FEBBRAIO 2004 9.30-16.30 - Visite guidate alle colonie Montecatini e Varese a Cervia-Milano Marittima, Agip a Cesenatico e "Le Navi" a Cattolica.
2005
V. Balducci
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/21092
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact