È noto che il Therapeutic Drug Monitoring (TDM) dei farmaci antipsicotici è particolarmente utile, sia per personalizzare e ottimizzare la terapia, sia per evitare la tossicità causata da questi farmaci; a questo scopo, è indispensabile avere a disposizione metodiche di campionamento affidabili e di facile esecuzione. Si è pertanto sviluppata una nuova tecnica di campionamento mediante Dried Blood Spots (DBS), che rappresenta una valida alternativa al prelievo di sangue venoso, con numerosi vantaggi: innanzitutto, è più semplice ed economico, ed è caratterizzato da un'invasività minima, in quanto consiste nel prelievo di una goccia di sangue capillare dai polpastrelli delle dita. La minore invasività migliora la compliance del paziente e riduce al minimo le possibili contaminazioni per gli operatori. Inoltre, il campione non richiede refrigerazione e gli spot vengono semplicemente mantenuti a temperatura ambiente e al riparo da luce e fonti di calore. Infine, il campione può essere inviato al laboratorio di analisi con mezzi ordinari, come la posta. Saranno quindi descritti i metodi di analisi sviluppati per vari farmaci antipsicotici, basati sulla cromatografia liquida ad alte prestazioni (HPLC) e spettrometria di massa (MS) accoppiate all'utilizzo del campionamento mediante DBS.

Monitoraggio del paziente in terapia con antipsicotici per mezzo di un nuovo approccio di campionamento: i dried blood spots

VOLTERRA, VITTORIO;MANDRIOLI, ROBERTO;SARACINO, MARIA ADDOLORATA;FERRANTI, ANNA;GHEDINI, NADIA;RAGGI, MARIA AUGUSTA
2013

Abstract

È noto che il Therapeutic Drug Monitoring (TDM) dei farmaci antipsicotici è particolarmente utile, sia per personalizzare e ottimizzare la terapia, sia per evitare la tossicità causata da questi farmaci; a questo scopo, è indispensabile avere a disposizione metodiche di campionamento affidabili e di facile esecuzione. Si è pertanto sviluppata una nuova tecnica di campionamento mediante Dried Blood Spots (DBS), che rappresenta una valida alternativa al prelievo di sangue venoso, con numerosi vantaggi: innanzitutto, è più semplice ed economico, ed è caratterizzato da un'invasività minima, in quanto consiste nel prelievo di una goccia di sangue capillare dai polpastrelli delle dita. La minore invasività migliora la compliance del paziente e riduce al minimo le possibili contaminazioni per gli operatori. Inoltre, il campione non richiede refrigerazione e gli spot vengono semplicemente mantenuti a temperatura ambiente e al riparo da luce e fonti di calore. Infine, il campione può essere inviato al laboratorio di analisi con mezzi ordinari, come la posta. Saranno quindi descritti i metodi di analisi sviluppati per vari farmaci antipsicotici, basati sulla cromatografia liquida ad alte prestazioni (HPLC) e spettrometria di massa (MS) accoppiate all'utilizzo del campionamento mediante DBS.
Atti dell'11° Congresso della Società Italiana di Psichiatria Biologica (SIPB) "Neuroscienze Sociali in Psichiatria"
263
263
Vittorio Volterra; Laura Mercolini; Roberto Mandrioli; Maria Addolorata Saracino; Michele Protti; Anna Ferranti; Nadia Ghedini; Maria Augusta Raggi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/187753
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact