Oswald Mathias Ungers: una scuola