Per sviluppare sia gli studi relativi alle variazioni del livello medio del mare nell’Adriatico, che le attività di monitoraggio del fenomeno di subsidenza, si pone la necessità di installare ulteriori stazioni CGPS lungo la costa. A Venezia, il mareografo di Punta della Salute possiede una serie temporale omogenea e continua che risale all’inizio del secolo scorso e dati di livellazioni di alta precisione relativamente frequenti a partire dalla fine degli anni ’50. La lunghezza della serie temporale di dati mareografici è un requisito importante nello studio delle variazioni secolari del livello del mare, poichè è ben noto che questo è affetto da numerosi fattori operanti a diverse scale spazio-temporali. Questa stazione mareografica è, quindi, particolarmente adatta per l’installazione di un sistema CGPS che fornisca il monitoraggio continuo delle variazioni di quota del caposaldo mareografico di riferimento. L’installazione, da effettuarsi secondo le direttive fornite da Organismi Internazionali quali ESEAS (European SEA level Service) e la IAPSO (Intenational Association of Physical Sciences of the Ocean) Commission on Tide Gauge Benchmark fixing, consentirà a questa stazione di essere parte integrante delle reti europee e mondiali di osservazione del mare. Il Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna ed APAT hanno il comune interesse di sviluppare questa capacità osservativa presso il mareografo di Punta della Salute. L’acquisizione continua dei dati CGPS e la relativa validazione, analisi ed interpretazione, consentirà di migliorare in modo altamente significativo la qualità delle informazioni mareografiche fornite dallo strumento operante a Punta della Salute. Saranno svolte le seguenti attività: a) Fornitura del caposaldo GPS. b) Assistenza all’installazione del caposaldo. c) Controllo giornaliero in remoto del sistema CGPS. d) Acquisizione e validazione dei dati CGPS. e) Analisi ed interpretazione dei dati CGPS, secondo la metodologia descritta nel seguito, utilizzando i dati delle stazioni CGPS del Dipartimento di Fisica e di altre stazioni appartenenti alla rete IGS. f) Serie giornaliere di quote CGPS della stazione di Punta della Salute. g) Realizzazione di modelli per rappresentare la variabilità stagionale delle serie dei dati di quota. h) Stima della variazione lineare di quota relativa alla serie di dati disponibili. i) Analisi dei dati mareografici, rimozione dell’effetto dovuto alla variazione di quota del caposaldo mareografico.

Esecuzione di misure continue mediante sistema di radioposizionamento satellitare presso la stazione mareografica fondamentale di Punta della Salute

ZERBINI, SUSANNA
2005

Abstract

Per sviluppare sia gli studi relativi alle variazioni del livello medio del mare nell’Adriatico, che le attività di monitoraggio del fenomeno di subsidenza, si pone la necessità di installare ulteriori stazioni CGPS lungo la costa. A Venezia, il mareografo di Punta della Salute possiede una serie temporale omogenea e continua che risale all’inizio del secolo scorso e dati di livellazioni di alta precisione relativamente frequenti a partire dalla fine degli anni ’50. La lunghezza della serie temporale di dati mareografici è un requisito importante nello studio delle variazioni secolari del livello del mare, poichè è ben noto che questo è affetto da numerosi fattori operanti a diverse scale spazio-temporali. Questa stazione mareografica è, quindi, particolarmente adatta per l’installazione di un sistema CGPS che fornisca il monitoraggio continuo delle variazioni di quota del caposaldo mareografico di riferimento. L’installazione, da effettuarsi secondo le direttive fornite da Organismi Internazionali quali ESEAS (European SEA level Service) e la IAPSO (Intenational Association of Physical Sciences of the Ocean) Commission on Tide Gauge Benchmark fixing, consentirà a questa stazione di essere parte integrante delle reti europee e mondiali di osservazione del mare. Il Dipartimento di Fisica dell’Università di Bologna ed APAT hanno il comune interesse di sviluppare questa capacità osservativa presso il mareografo di Punta della Salute. L’acquisizione continua dei dati CGPS e la relativa validazione, analisi ed interpretazione, consentirà di migliorare in modo altamente significativo la qualità delle informazioni mareografiche fornite dallo strumento operante a Punta della Salute. Saranno svolte le seguenti attività: a) Fornitura del caposaldo GPS. b) Assistenza all’installazione del caposaldo. c) Controllo giornaliero in remoto del sistema CGPS. d) Acquisizione e validazione dei dati CGPS. e) Analisi ed interpretazione dei dati CGPS, secondo la metodologia descritta nel seguito, utilizzando i dati delle stazioni CGPS del Dipartimento di Fisica e di altre stazioni appartenenti alla rete IGS. f) Serie giornaliere di quote CGPS della stazione di Punta della Salute. g) Realizzazione di modelli per rappresentare la variabilità stagionale delle serie dei dati di quota. h) Stima della variazione lineare di quota relativa alla serie di dati disponibili. i) Analisi dei dati mareografici, rimozione dell’effetto dovuto alla variazione di quota del caposaldo mareografico.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/14626
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact