Nuova traduzione di un romanzo che, sin dal tempo della sua prima traduzione italiana dal titolo Il nichilismo, pubblicata nel 1879, era destinato a divenire un caso politico prima e letterario poi. Un romanzo che avrebbe portato sulla scena letteraria personaggi nuovi, e un linguaggio inusuale per la sua trasparenza ed essenzialità; che avrebbe acceso lunghe diatribe letterarie, dividendo la critica sul suo valore, ma che sarebbe rientrato, a pieno titolo, tra i capolavori della letteratura d'ogni tempo. La nuova traduzione vuole avvicinare al lettore italiano il capolavoro di un autore che, da tempo riconosciuto maestro nella descrizione dei paesaggi, nella rapida e precisa caratterizzazione dei personaggi, nella raffinatezza della sua lingua russa, è stato troppo spesso percepito come "estraneo" alla nostra sensibilità, retrocesso quasi a "classico di seconda grandezza". Una rilettura moderna, la nostra, che, non monopolizzata dai grandi temi ideologici che attraversano il romanzo e dal suo contesto storico di immediato ed esplicito riferimento, possa far apprezzare liberamente la grandezza del conflitto generazionale che ispira il libro stesso assieme alla freschezza del suo tessuto linguistico e alla precisione magistrale della sua architettura d'insieme.

Ivan Turgenev: Padri e figli

DE MICHIEL, MARGHERITA
2004

Abstract

Nuova traduzione di un romanzo che, sin dal tempo della sua prima traduzione italiana dal titolo Il nichilismo, pubblicata nel 1879, era destinato a divenire un caso politico prima e letterario poi. Un romanzo che avrebbe portato sulla scena letteraria personaggi nuovi, e un linguaggio inusuale per la sua trasparenza ed essenzialità; che avrebbe acceso lunghe diatribe letterarie, dividendo la critica sul suo valore, ma che sarebbe rientrato, a pieno titolo, tra i capolavori della letteratura d'ogni tempo. La nuova traduzione vuole avvicinare al lettore italiano il capolavoro di un autore che, da tempo riconosciuto maestro nella descrizione dei paesaggi, nella rapida e precisa caratterizzazione dei personaggi, nella raffinatezza della sua lingua russa, è stato troppo spesso percepito come "estraneo" alla nostra sensibilità, retrocesso quasi a "classico di seconda grandezza". Una rilettura moderna, la nostra, che, non monopolizzata dai grandi temi ideologici che attraversano il romanzo e dal suo contesto storico di immediato ed esplicito riferimento, possa far apprezzare liberamente la grandezza del conflitto generazionale che ispira il libro stesso assieme alla freschezza del suo tessuto linguistico e alla precisione magistrale della sua architettura d'insieme.
8889145323
Nuova traduzione dall'originale russo di un classico della letteratura di tutti i tempi. Il volume è presentato dall'insigne slavista Maria Di Salvo, in un'Introduzione originale che evidenzia la classicità dell'opera e la sua "facilità" solo apparente, quale si cerca di veicolare con la nuova traduzione appunto, che intende riproporre questa grande opera anche nella sua "modernità" non ancora indagata nella sua essenza. Una nostra Nota del traduttore evidenzia, sulla base di considerazioni teoriche di traduttologia, le specificità linguistiche, stilistiche e culturali dell'opera, insistendo sulla difficoltà di resa del linguaggio turgeneviano, imbevuto della densità e armonia consustanziali alla lingua russa. La nuova traduzione cerca di proporre al lettore una rilettura che, nel riprendere la grande tradizione interpretativa di questo classico della letteratura russa dell'ottocento, ne metta in luce anche momenti particolari di sensibilità letteraria fino ad ora affatto indagati.
M. De Michiel
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/14387
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact