In passato, i termini salute e malattia evocavano due condizioni antitetiche e mutualmente esclusive: la salute era interpretata come la semplice assenza di malattia (e viceversa). Oggi, questi due termini assumono un significato soggettivo, piuttosto vago e impreciso, che non consente di stabilire in modo univoco un confine netto fra le due condizioni; si tende a considerare che anche la semplice esposizione a un fattore di rischio rappresenta già, di per sé, uno stato di non-salute. In riferimento all’uomo, l’OMS fornisce una definizione “utopistica” di salute, che descrive una situazione che forse non sarà mai raggiunta, ma che costituisce un punto di riferimento verso il quale orientare i propri sforzi: “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale, e non la semplice assenza di malattia o di infermità”. È complesso stabilire quando un individuo, uomo o animale, si trova in uno stato di “completo benessere” e piccole alterazioni di questa condizione possono non essere sufficienti a considerare l’individuo malato. Inoltre, le definizioni di stato di salute o di malattia dipendono anche da fattori ambientali, culturali, sociali ed economici e quindi la loro esplicitazione diventa dinamica, sia nello spazio sia nel tempo.

Le malattie, gli ospiti e l’ambiente

OSTANELLO, FABIO;PROSPERI, SANTINO
2013

Abstract

In passato, i termini salute e malattia evocavano due condizioni antitetiche e mutualmente esclusive: la salute era interpretata come la semplice assenza di malattia (e viceversa). Oggi, questi due termini assumono un significato soggettivo, piuttosto vago e impreciso, che non consente di stabilire in modo univoco un confine netto fra le due condizioni; si tende a considerare che anche la semplice esposizione a un fattore di rischio rappresenta già, di per sé, uno stato di non-salute. In riferimento all’uomo, l’OMS fornisce una definizione “utopistica” di salute, che descrive una situazione che forse non sarà mai raggiunta, ma che costituisce un punto di riferimento verso il quale orientare i propri sforzi: “uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale, e non la semplice assenza di malattia o di infermità”. È complesso stabilire quando un individuo, uomo o animale, si trova in uno stato di “completo benessere” e piccole alterazioni di questa condizione possono non essere sufficienti a considerare l’individuo malato. Inoltre, le definizioni di stato di salute o di malattia dipendono anche da fattori ambientali, culturali, sociali ed economici e quindi la loro esplicitazione diventa dinamica, sia nello spazio sia nel tempo.
Gli animali, l’uomo e l’ambiente
24
40
Ostanello F.; Prosperi S.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/139848
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact