Francesca Pasquini, autrice del presente volume, focalizza il suo sguardo sui servizi socio-educativi extrascolastici rivolti alla fascia dei preadolescenti e degli adolescenti del quartiere Navile di Bologna e svolge un’indagine che intreccia dati di tipo quantitativo con altri di carattere qualitativo riuscendo a restituire un quadro efficace ed estremamente utile per favorire il passaggio dall’esperienza pratica ad una reale cultura dei servizi e della qualificazione degli interventi. Infatti, tenere memoria dell’esperienza educativa territoriale che in questi anni si è sviluppata in questo contesto, consentendo così una riflessione adeguata su buone prassi e criticità che la contraddistinguono, significa valorizzare il patrimonio di competenze e di progettualità che una comunità, un’amministrazione, una equipe professionale ha saputo sviluppare. La ricerca di cui questo volume è l’esito è iniziata nel 2010 e molte cose, in soli tre anni, sono cambiate anche in modo radicale sia all’interno del Quartiere sia per quanto concerne le proposte educative extrascolastiche messe in campo per i preadolescenti e gli adolescenti del territorio. E’ per questo motivo che indagini di questo tipo sono importanti e addirittura necessarie: documentare e costruire una memoria del tessuto in continua evoluzione degli interventi educativi territoriali, utile ad un approccio tecnico-professionale in grado ricalibrare strategie e scelte amministrative, restituendo inoltre valore al lavoro di tanti operatori impegnati quotidianamente nella lotta alla emarginazione sociale e per la crescita civile di una comunità. Inoltre, in questo testo viene dato ampio spazio alle parole di amministratori, tecnici ed educatori che in questo territorio lavorano. L’attenzione è quindi volutamente dedicata non agli utenti dei servizi, ma agli interlocutori di secondo livello che forniscono una lettura sulle questioni aperte delle politiche educative territoriali, proprio per misurasi con quei saperi emergenti dalla pratica che possono da un lato fornire utili basi per scelte future (grounded theory) e, nel contempo, favorire la conservazione del patrimonio esperienziale che si è sviluppato in questi ultimi anni.

Saggio introduttivo / A. Tolomelli. - STAMPA. - (2013), pp. 15-25.

Saggio introduttivo

TOLOMELLI, ALESSANDRO
2013

Abstract

Francesca Pasquini, autrice del presente volume, focalizza il suo sguardo sui servizi socio-educativi extrascolastici rivolti alla fascia dei preadolescenti e degli adolescenti del quartiere Navile di Bologna e svolge un’indagine che intreccia dati di tipo quantitativo con altri di carattere qualitativo riuscendo a restituire un quadro efficace ed estremamente utile per favorire il passaggio dall’esperienza pratica ad una reale cultura dei servizi e della qualificazione degli interventi. Infatti, tenere memoria dell’esperienza educativa territoriale che in questi anni si è sviluppata in questo contesto, consentendo così una riflessione adeguata su buone prassi e criticità che la contraddistinguono, significa valorizzare il patrimonio di competenze e di progettualità che una comunità, un’amministrazione, una equipe professionale ha saputo sviluppare. La ricerca di cui questo volume è l’esito è iniziata nel 2010 e molte cose, in soli tre anni, sono cambiate anche in modo radicale sia all’interno del Quartiere sia per quanto concerne le proposte educative extrascolastiche messe in campo per i preadolescenti e gli adolescenti del territorio. E’ per questo motivo che indagini di questo tipo sono importanti e addirittura necessarie: documentare e costruire una memoria del tessuto in continua evoluzione degli interventi educativi territoriali, utile ad un approccio tecnico-professionale in grado ricalibrare strategie e scelte amministrative, restituendo inoltre valore al lavoro di tanti operatori impegnati quotidianamente nella lotta alla emarginazione sociale e per la crescita civile di una comunità. Inoltre, in questo testo viene dato ampio spazio alle parole di amministratori, tecnici ed educatori che in questo territorio lavorano. L’attenzione è quindi volutamente dedicata non agli utenti dei servizi, ma agli interlocutori di secondo livello che forniscono una lettura sulle questioni aperte delle politiche educative territoriali, proprio per misurasi con quei saperi emergenti dalla pratica che possono da un lato fornire utili basi per scelte future (grounded theory) e, nel contempo, favorire la conservazione del patrimonio esperienziale che si è sviluppato in questi ultimi anni.
2013
Pedagogia, politiche educative e territorio.I servizi extrascolastici per gli adolescenti del quartiere Navile-Bologna
15
25
Saggio introduttivo / A. Tolomelli. - STAMPA. - (2013), pp. 15-25.
A. Tolomelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/134541
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact