Il saggio descrive l'attività di Mario Bava come direttore della fotografia, svoltasi principalmente prima del suo esordio registico del 1960 nell'ambito della produzione popolare e di genere. L'ipotesi di fondo è che la mancata specializzazione professionale sia paradossalmente il punto di forza di Bava, "operatore" tanto più richiesto e prestigioso quanto più è capace di occuparsi di ogni aspetto della produzione cinematografica, dalla direzione delle luci alla creazione di effetti speciali, dalla direzione degli attori all'invenzione di soluzioni visive. Da questo punto di vista la figura di Bava si distacca in modo considerevole dalle pratiche più riconoscibili della modernità cinematografica.

Il cineoperatore totale

NOTO, PAOLO;
2007

Abstract

Il saggio descrive l'attività di Mario Bava come direttore della fotografia, svoltasi principalmente prima del suo esordio registico del 1960 nell'ambito della produzione popolare e di genere. L'ipotesi di fondo è che la mancata specializzazione professionale sia paradossalmente il punto di forza di Bava, "operatore" tanto più richiesto e prestigioso quanto più è capace di occuparsi di ogni aspetto della produzione cinematografica, dalla direzione delle luci alla creazione di effetti speciali, dalla direzione degli attori all'invenzione di soluzioni visive. Da questo punto di vista la figura di Bava si distacca in modo considerevole dalle pratiche più riconoscibili della modernità cinematografica.
Kill Baby Kill! Il cinema di Mario Bava.
33
35
P. Noto; E. Marchesi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/131043
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact