Il contributo analizza le conseguenze del fatto illecito cagionato dal soggetto minore di età privo della capacità di intendere e di volere - il quale trova la propria disciplina nel combinato disposto degli artt. 2046 e 2047 c.c. -, passando in disamina e sottoponendo a valutazione critica gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali concernenti le regole di responsabilità alle quali soggiacciono i sorveglianti di incapaci.

Il fatto dannoso del minore incapace

CAMPIONE, RICCARDO
2008

Abstract

Il contributo analizza le conseguenze del fatto illecito cagionato dal soggetto minore di età privo della capacità di intendere e di volere - il quale trova la propria disciplina nel combinato disposto degli artt. 2046 e 2047 c.c. -, passando in disamina e sottoponendo a valutazione critica gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali concernenti le regole di responsabilità alle quali soggiacciono i sorveglianti di incapaci.
La responsabilità nele relazioni familiari
597
616
R. Campione
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/127897
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact