La quarta edizione di IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori: FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE, si è svolta a Bologna e dintorni, dal 26 maggio al 3 giugno 2012, in collaborazione con un network di oltre 100 realtà attive sul territorio locale, nazionale ed internazionale. IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori nasce dall’esigenza di promuovere una nuova etica del turismo che sensibilizzi la forma mentis delle istituzioni come quella dei viaggiatori, dell’industria turistica come degli operatori impegnati sul campo. Nelle prime quattro edizioni, il festival - realizzato con il contributo di APT Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Coop Adriatica e Coonger e il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Università di Bologna, Comune di Bologna, Comune di Zola Predosa e Comune di Casalecchio di Reno – è cresciuto in dimensioni, obiettivi e prestigio, fino a diventare un punto di riferimento sul tema del turismo responsabile. Basti pensare che nella quarta edizione sono stati realizzati oltre 100 eventi, interamente gratuiti, nell’arco di 9 giornate, raccogliendo un crescente successo di pubblico (9.000 presenze circa) e di critica (con una copertura media locale e nazionale di rilevanza). Ad arricchire questa quarta edizione, la nascita di nuove partnership con altri festival affini per tematiche e filosofia: Green Social Festival, Festival Porte Aperte, Terra Equa_Festival del Commercio Equo e dell'Economia Solidale, Slow Food Day_Mercato della Terra.

IT.A.CÁ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile, IV Edizione

MUSARO', PIERLUIGI
2012

Abstract

La quarta edizione di IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori: FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE, si è svolta a Bologna e dintorni, dal 26 maggio al 3 giugno 2012, in collaborazione con un network di oltre 100 realtà attive sul territorio locale, nazionale ed internazionale. IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori nasce dall’esigenza di promuovere una nuova etica del turismo che sensibilizzi la forma mentis delle istituzioni come quella dei viaggiatori, dell’industria turistica come degli operatori impegnati sul campo. Nelle prime quattro edizioni, il festival - realizzato con il contributo di APT Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Coop Adriatica e Coonger e il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Università di Bologna, Comune di Bologna, Comune di Zola Predosa e Comune di Casalecchio di Reno – è cresciuto in dimensioni, obiettivi e prestigio, fino a diventare un punto di riferimento sul tema del turismo responsabile. Basti pensare che nella quarta edizione sono stati realizzati oltre 100 eventi, interamente gratuiti, nell’arco di 9 giornate, raccogliendo un crescente successo di pubblico (9.000 presenze circa) e di critica (con una copertura media locale e nazionale di rilevanza). Ad arricchire questa quarta edizione, la nascita di nuove partnership con altri festival affini per tematiche e filosofia: Green Social Festival, Festival Porte Aperte, Terra Equa_Festival del Commercio Equo e dell'Economia Solidale, Slow Food Day_Mercato della Terra.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/126921
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact