Il mondo è delle macchine ma si pensa ancora a mano