Questo non è un Trattato, ma una Guida. Una guida allo studio di una scienza nuova, giovane, in continuo mutamento e approvvigionamento di dati scientifici, di ricchezza culturale, di elementi, com’è di moda dirli oggi, traslazionali che senza tregua riversano nella pratica clinica l’esperienza della ricerca base, dal bancone del laboratorio al capezzale del malato: from bench to bed side. Questa è l’Andrologia. Scienza trasversale che si nutre delle tre sorgenti della scienza della fertilità, della scienza degli ormoni e della scienza della sessualità. L’andrologia è trasversale perché non è una specialità essa stessa (lo è stata per un breve periodo e non lo è più da quando le norme europee hanno di fatto impedito le superspecialità autonome) ma anche perché interagisce con altri saperi: prima di tutto con quello dell’endocrinologo1, che ha nel suo DNA la conoscenza dell’andrologia, ma anche con quelli del ginecologo, dello psichiatra e psicologo, del chirurgo urologo, del sociologo. Anzi, proprio in virtù della collocazione trasversale e transculturale, proprio grazie all’evidenza scientifica che portano l’andrologo a interagire sostanzialmente con tutti gli organi e sistemi del nostro corpo, dal cervello all’osso, si può ben dire che l’andrologia è parte ormai essenziale della stessa Medicina Interna. Questa Guida l’abbiamo concepita, tutti assieme, come una roadmap, una serie di imput articolati e completi nell’immediatezza del messaggio clinico, ma soprattutto costruiti con l’obiettivo di stimolare l’approfondimento della scienza che si occupa della salute riproduttiva e sessuale del maschio e della coppia. Chiude la Guida una breve sezione di miscellanea su argomenti specifici. Se il lettore coglierà lo spirito olistico e transculturale di una andrologia che non è una specializzazione, abbiamo detto, ma una vera e propria cultura scientifica clinica, il fondamentale obiettivo di questa Guida allo Studio dell’Andrologia sarà stato raggiunto.

Tecniche di Riproduzione Assistita.

MERIGGIOLA, MARIA CRISTINA;BERRA, MARTA;ALVISI, STEFANIA
2012

Abstract

Questo non è un Trattato, ma una Guida. Una guida allo studio di una scienza nuova, giovane, in continuo mutamento e approvvigionamento di dati scientifici, di ricchezza culturale, di elementi, com’è di moda dirli oggi, traslazionali che senza tregua riversano nella pratica clinica l’esperienza della ricerca base, dal bancone del laboratorio al capezzale del malato: from bench to bed side. Questa è l’Andrologia. Scienza trasversale che si nutre delle tre sorgenti della scienza della fertilità, della scienza degli ormoni e della scienza della sessualità. L’andrologia è trasversale perché non è una specialità essa stessa (lo è stata per un breve periodo e non lo è più da quando le norme europee hanno di fatto impedito le superspecialità autonome) ma anche perché interagisce con altri saperi: prima di tutto con quello dell’endocrinologo1, che ha nel suo DNA la conoscenza dell’andrologia, ma anche con quelli del ginecologo, dello psichiatra e psicologo, del chirurgo urologo, del sociologo. Anzi, proprio in virtù della collocazione trasversale e transculturale, proprio grazie all’evidenza scientifica che portano l’andrologo a interagire sostanzialmente con tutti gli organi e sistemi del nostro corpo, dal cervello all’osso, si può ben dire che l’andrologia è parte ormai essenziale della stessa Medicina Interna. Questa Guida l’abbiamo concepita, tutti assieme, come una roadmap, una serie di imput articolati e completi nell’immediatezza del messaggio clinico, ma soprattutto costruiti con l’obiettivo di stimolare l’approfondimento della scienza che si occupa della salute riproduttiva e sessuale del maschio e della coppia. Chiude la Guida una breve sezione di miscellanea su argomenti specifici. Se il lettore coglierà lo spirito olistico e transculturale di una andrologia che non è una specializzazione, abbiamo detto, ma una vera e propria cultura scientifica clinica, il fondamentale obiettivo di questa Guida allo Studio dell’Andrologia sarà stato raggiunto.
2012
Guida allo studio dell’Andrologia.
241
252
M.C. Meriggiola; M. Berra; S. Alvisi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/122655
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact