Oltre la multimedialità tra radici e mondi possibili