L'Autore, nell'ambito della disamina del rischio penale connesso allo svolgimento dell'attività di avvocato difensore nel procedimento penale, affronta il tema del concorso eventuale del difensore nell'ambito di alcune fattispecie ricomprese nel Titolo III, capo I del Codice Penale. In particolare, vengono analizzati i reati di "falsa testimonianza", anche con riferimento ai doveri deontologici dell'avvocato e allo svolgimento di attività di indagini difensive. Inoltre, viene dato spazio al valore della ritrattazione e alla causa di non punibilità di cui all'art. 384 c.p.

Altri reati contro l'amministrazione della giustizia.

INSOLERA, GAETANO
2009

Abstract

L'Autore, nell'ambito della disamina del rischio penale connesso allo svolgimento dell'attività di avvocato difensore nel procedimento penale, affronta il tema del concorso eventuale del difensore nell'ambito di alcune fattispecie ricomprese nel Titolo III, capo I del Codice Penale. In particolare, vengono analizzati i reati di "falsa testimonianza", anche con riferimento ai doveri deontologici dell'avvocato e allo svolgimento di attività di indagini difensive. Inoltre, viene dato spazio al valore della ritrattazione e alla causa di non punibilità di cui all'art. 384 c.p.
Il rischio penale del difensore
271
286
G. Insolera
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/114597
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact