Gli scavi a Galeata sono proseguiti nel 2005, con il consueto supporto dell'Amministrazione Comunale di Galeata e in regime di concessione ministeriale, con l'assenso della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna. Le ricerche si sono particolarmente indirizzate alla conoscenza del settore di collegamento fra l'impianto termale della villa, scoperto negli ultimi anni, e il quartiere indagato dall'Istituto Archeologico Germanico di Roma nel 1942. Un lungo ambulacro o criptoportico collega i due settori, confermandone lo stretto rapporto funzionale e architettonico. Resta aperto il problema della contemporaneità, ovvero di un leggero stacco cronologico fra i due impianti. Ancora incerta resta la presenza di un quartiere abitativo nei pressi delle terme, mentre l'area dei vecchi scavi sembra piuttosto da interpretare come settore di servizio o sede della guarnigione di guardia del re. Si è anche avviato un progetto per la copertura delle strutture pertinenti alle terme e il restauro delle murature e delle pavimentazioni più degradate.

Scavi e ricerche nell'area della villa di Teoderico presso Galeata (Forlì-Cesena).

DE MARIA, SANDRO
2005

Abstract

Gli scavi a Galeata sono proseguiti nel 2005, con il consueto supporto dell'Amministrazione Comunale di Galeata e in regime di concessione ministeriale, con l'assenso della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna. Le ricerche si sono particolarmente indirizzate alla conoscenza del settore di collegamento fra l'impianto termale della villa, scoperto negli ultimi anni, e il quartiere indagato dall'Istituto Archeologico Germanico di Roma nel 1942. Un lungo ambulacro o criptoportico collega i due settori, confermandone lo stretto rapporto funzionale e architettonico. Resta aperto il problema della contemporaneità, ovvero di un leggero stacco cronologico fra i due impianti. Ancora incerta resta la presenza di un quartiere abitativo nei pressi delle terme, mentre l'area dei vecchi scavi sembra piuttosto da interpretare come settore di servizio o sede della guarnigione di guardia del re. Si è anche avviato un progetto per la copertura delle strutture pertinenti alle terme e il restauro delle murature e delle pavimentazioni più degradate.
S. De Maria
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/11420
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact