Il saggio si apre con una analisi delle definizioni teoriche di 'razza' (attraverso il pensiero di Gates, Sollors, Stuart Hall, Benedict, Gilroy) per incentrarsi su due punti principali: la 'razza' come rappresentazione e la 'razza' come auto-rappresentazione. In questa seconda prospettiva, il saggio analizza il pensiero di W. E. Burghardt Du Bois.

Culture lines: la ‘razza’ come auto rappresentazione in contesti post-traumatici

MONTICELLI, RITA;
2011

Abstract

Il saggio si apre con una analisi delle definizioni teoriche di 'razza' (attraverso il pensiero di Gates, Sollors, Stuart Hall, Benedict, Gilroy) per incentrarsi su due punti principali: la 'razza' come rappresentazione e la 'razza' come auto-rappresentazione. In questa seconda prospettiva, il saggio analizza il pensiero di W. E. Burghardt Du Bois.
Razza, razzismo e antirazzismo. Modelli, rappresentazioni e ideologie
129
141
R. Monticelli; A. Nadalini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/111848
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact