In un volume collettivo dedicato alla presenza del cibo nella letturatura italiana, il saggio approfondisce un argomento particolare, quello delle allusioni al cibo, delle metafore alimentari, del campo sematico del gusto, nelle rappresentazioni del paradiso nella letteratura oltremondana, dalla tradizione biblica alle visioni medievali; da Dante alle riflessioni novecentesche e contemporanee.

Cibi di paradiso

LEDDA, GIUSEPPE
2011

Abstract

In un volume collettivo dedicato alla presenza del cibo nella letturatura italiana, il saggio approfondisce un argomento particolare, quello delle allusioni al cibo, delle metafore alimentari, del campo sematico del gusto, nelle rappresentazioni del paradiso nella letteratura oltremondana, dalla tradizione biblica alle visioni medievali; da Dante alle riflessioni novecentesche e contemporanee.
Banchetti letterari. Cibi, pietanze e ricette nella letteratura italiana da Dante e a Camilleri
118
125
G. Ledda
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/110694
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact