La terza edizione di IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori: FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE, si è svolta a Bologna e dintorni, dal 22 al 29 maggio 2011, in collaborazione con un network di oltre 70 realtà attive sul territorio nazionale ed internazionale. L'evento, da me ideato e diretto, ha voluto offrire 8 giorni di itinerari dentro e fuori mura alla scoperta delle diverse facce del viaggio, della natura e del patrimonio locale: proposte di turismo responsabile, concorsi internazionali, cene esperienziali, laboratori, itinerari, presentazione di libri, mostre, concerti, eventi di incontro e confronto per riflettere in chiave critica sul concetto di viaggio, sulle migrazioni come fenomeno globale, sugli squilibri e le disuguaglianze del mondo. L'obiettivo è creare eventi e momenti d’incontro e condivisione volti a valorizzare il territorio, il patrimonio artistico-culturale e promuovere il tema della responsabilità e della sostenibilità attraverso il turismo. Il festival è stato organizzato da: YODA, COSPE, CESTAS, NEXUS Con la compartecipazione di: Provincia di Bologna, Regione Emilia Romagna (Pace e Diritti Umani), Coop Adriatica, AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) Con il patrocinio di: Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Quartiere Santo Stefano Co-finanziato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nell'ambito del progetto il Labirinto-2010; e da EARTH FOR ALL–Terra Futura: una Terra di Tutti. “Information Campaign on Sustainable Agriculture, Biodiversity and Environment Protection: the new challenges for CAP”.

IT.A.CÁ migranti e viaggiatori: Festival del Turismo Responsabile

MUSARO', PIERLUIGI
2011

Abstract

La terza edizione di IT.A.CÀ. migranti e viaggiatori: FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE, si è svolta a Bologna e dintorni, dal 22 al 29 maggio 2011, in collaborazione con un network di oltre 70 realtà attive sul territorio nazionale ed internazionale. L'evento, da me ideato e diretto, ha voluto offrire 8 giorni di itinerari dentro e fuori mura alla scoperta delle diverse facce del viaggio, della natura e del patrimonio locale: proposte di turismo responsabile, concorsi internazionali, cene esperienziali, laboratori, itinerari, presentazione di libri, mostre, concerti, eventi di incontro e confronto per riflettere in chiave critica sul concetto di viaggio, sulle migrazioni come fenomeno globale, sugli squilibri e le disuguaglianze del mondo. L'obiettivo è creare eventi e momenti d’incontro e condivisione volti a valorizzare il territorio, il patrimonio artistico-culturale e promuovere il tema della responsabilità e della sostenibilità attraverso il turismo. Il festival è stato organizzato da: YODA, COSPE, CESTAS, NEXUS Con la compartecipazione di: Provincia di Bologna, Regione Emilia Romagna (Pace e Diritti Umani), Coop Adriatica, AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) Con il patrocinio di: Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna, Quartiere Santo Stefano Co-finanziato dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nell'ambito del progetto il Labirinto-2010; e da EARTH FOR ALL–Terra Futura: una Terra di Tutti. “Information Campaign on Sustainable Agriculture, Biodiversity and Environment Protection: the new challenges for CAP”.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/108892
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact