Il progetto "Eduardo e altre apparizioni nel teatro di Alfonso Santagata", progettato e curato da Cristina Valenti per il Centro di promozione teatrale La Soffitta (del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna) ha avuto luogo fra il 26 marzo e il 20 aprile 2004, comprendendo due spettacoli, la presentazione di un libro, due tavole rotonde. I due spettacoli si inserivano in una delle principali direttrici del lavoro di Alfonso Santagata: l'incontro con la drammaturgia a base testuale. "Quali fantasmi" si compone di tre atti unici di Eduardo De Filippo: "Amicizia", "Gennareniello", "Il cilindro". Il lavoro inaugura un progetto triennale col quale Alfonso Santagata torna alla tradizione alta del teatro di prosa, individuando nel grande drammaturgo napoletano l'ispiratore di un incontro col pubblico il più possibile vasto e differenziato. L'altro spettacolo, "Possibilities", parte da un testo di Howard Barker, drammaturgo inglese contemporaneo, per buona parte sconosciuto in Italia, nonostante rappresenti un capitolo fondamentale della drammaturgia inglese del dopoguerra. "Possibilities" si compone di cinque frammenti estratti dai brevi atti unici di Howard Barker. Lo spettacolo riunisce in un improbabile teatrino notturno i personaggi del terrorista e della puttana, del torturatore e dell'ufficiale, di Giuditta e dello zar, in una sorta di commedia nera dove non è possibile distinguere le visioni dagli incubi, le apparizioni dagli spettri, i rumori di guerra dal frastuono che ci circonda. A completare il progetto, tre iniziative culturali. La presentazione del libro di Cristina Valenti, "Katzenmacher. Il teatro di Alfonso Santagata" (coordinatore Gerardo Guccini; relatori Massimo Marino, Alfonso Santagata, Franco Vazzoler e l'autrice). La tavola rotonda "Eduardo pari e dispari. Visioni tra pagina e scena" (coordinatrice Cristina Valenti, relatori i principali studiosi del teatro e della drammaturgia di Eduardo De Filippo: Anna Barsotti, Stefano De Matteis, Ferruccio Marotti, Claudio Meldolesi, Paola Quarenghi, Franco Vazzoler). A conclusione del progetto, una "Conversazione su Eduardo" fra Alfonso Santagata e Toni Servillo (il regista e sttore che di recente si è aggiudicato tre Premi Ubu per il suo spettacolo eduardiano "Sabato, domenica e lunedì"). A coordinare, il critico e studioso teatrale Gianni Manzella.

Eduardo e altre apparizioni

VALENTI, CRISTINA
2004

Abstract

Il progetto "Eduardo e altre apparizioni nel teatro di Alfonso Santagata", progettato e curato da Cristina Valenti per il Centro di promozione teatrale La Soffitta (del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna) ha avuto luogo fra il 26 marzo e il 20 aprile 2004, comprendendo due spettacoli, la presentazione di un libro, due tavole rotonde. I due spettacoli si inserivano in una delle principali direttrici del lavoro di Alfonso Santagata: l'incontro con la drammaturgia a base testuale. "Quali fantasmi" si compone di tre atti unici di Eduardo De Filippo: "Amicizia", "Gennareniello", "Il cilindro". Il lavoro inaugura un progetto triennale col quale Alfonso Santagata torna alla tradizione alta del teatro di prosa, individuando nel grande drammaturgo napoletano l'ispiratore di un incontro col pubblico il più possibile vasto e differenziato. L'altro spettacolo, "Possibilities", parte da un testo di Howard Barker, drammaturgo inglese contemporaneo, per buona parte sconosciuto in Italia, nonostante rappresenti un capitolo fondamentale della drammaturgia inglese del dopoguerra. "Possibilities" si compone di cinque frammenti estratti dai brevi atti unici di Howard Barker. Lo spettacolo riunisce in un improbabile teatrino notturno i personaggi del terrorista e della puttana, del torturatore e dell'ufficiale, di Giuditta e dello zar, in una sorta di commedia nera dove non è possibile distinguere le visioni dagli incubi, le apparizioni dagli spettri, i rumori di guerra dal frastuono che ci circonda. A completare il progetto, tre iniziative culturali. La presentazione del libro di Cristina Valenti, "Katzenmacher. Il teatro di Alfonso Santagata" (coordinatore Gerardo Guccini; relatori Massimo Marino, Alfonso Santagata, Franco Vazzoler e l'autrice). La tavola rotonda "Eduardo pari e dispari. Visioni tra pagina e scena" (coordinatrice Cristina Valenti, relatori i principali studiosi del teatro e della drammaturgia di Eduardo De Filippo: Anna Barsotti, Stefano De Matteis, Ferruccio Marotti, Claudio Meldolesi, Paola Quarenghi, Franco Vazzoler). A conclusione del progetto, una "Conversazione su Eduardo" fra Alfonso Santagata e Toni Servillo (il regista e sttore che di recente si è aggiudicato tre Premi Ubu per il suo spettacolo eduardiano "Sabato, domenica e lunedì"). A coordinare, il critico e studioso teatrale Gianni Manzella.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/10862
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact