Mostra Architettura 43• Abitare Chiesa dello Spirito Santo, via Milani – Cesena 21 ottobre – 4 dicembre 2011 La mostra "Architettura 43• Abitare" raccoglie una sintesi dei lavori maturati all’interno dei laboratori di progettazione sul tema dell’abitare. I materiali esposti sono organizzati in quattro sezioni tematiche: Archetipi, Paesaggi d’acqua, India. Forme dell’abitare e Studi. La prima sezione, Archetipi, afferma l’imprescindibile relazione fra l’architettura e la città proponendo l’accostamento fra alcuni modelli di città moderna ed un grande atlante delle architetture, creato utilizzando i ridisegni realizzati dagli studenti all’interno del laboratorio di progettazione a partire dal primo anno accademico attivato. La sezione Paesaggi d’acqua raccoglie i lavori maturati all’interno del laboratorio di progettazione del secondo anno, esito di una riflessione incentrata sulla realtà della città costiera che ha condotto ad eleggere come luoghi concreti di sperimentazione le città di Cesenatico e Jesolo. I lavori esposti documentano un’indagine che, a partire dalla conoscenza di base dei caratteri morfologici della città e attraverso una riflessione critica sul suo sviluppo nel tempo, si propone di metterne in risalto i recenti processi di trasformazione. Le proposte progettuali si interrogano in particolare sulle relazioni fra l’abitazione permanente e temporanea confrontandosi con i modelli abitativi tradizionali ed interrogandosi, alla luce dei concetti di flessibilità spaziale e temporale, mescolanza di funzioni, adattabilità, permeabilità, sulle differenti modalità d’uso richieste agli spazi abitativi contemporanei. I materiali presentati all’interno della sezione India. Forme dell’abitare sono stati elaborati nell’ambito del Laboratorio di sintesi finale I luoghi dell’abitare. Identità della residenza contemporanea, all’interno del quale è stato approfondito il tema dell’abitare con particolare riferimento ai concetti di città, comunità e casa. La ricerca sui caratteri dell’insediamento residenziale come opera della collettività è documentata da una serie di studi analitici dedicati ai più significativi interventi di edilizia residenziale realizzati in India negli anni settanta e ottanta. Completano la sezione alcuni progetti di riqualificazione urbana dedicati alla città di Varanasi in cui il tema dell’abitazione, a partire dal concetto di identità plurale e dall’esplorazione dei suoi significati, assume un valore di assoluta centralità. La sezione Studi conclude il percorso espositivo con una selezione di ricostruzioni realizzate nell’ambito del laboratorio di progettazione collocato al primo anno del percorso di studi nei primi dodici anni di vita della facoltà. Le ricostruzioni, documentate attraverso disegni originali e modelli fisici, evidenziano il grande potenziale che gli esempi analizzati sono ancora in grado di liberare nel momento in cui se ne indaghino le strutture formali, ed il contributo che esse possono offrire, sul piano formativo, per una riflessione sulle qualità dello spazio architettonico e del processo compositivo in generale. La mostra è completata da proiezioni video, materiale fotografico, modelli urbani e di architettura.

Architettura 43. Abitare

MUCELLI, ELENA
2011

Abstract

Mostra Architettura 43• Abitare Chiesa dello Spirito Santo, via Milani – Cesena 21 ottobre – 4 dicembre 2011 La mostra "Architettura 43• Abitare" raccoglie una sintesi dei lavori maturati all’interno dei laboratori di progettazione sul tema dell’abitare. I materiali esposti sono organizzati in quattro sezioni tematiche: Archetipi, Paesaggi d’acqua, India. Forme dell’abitare e Studi. La prima sezione, Archetipi, afferma l’imprescindibile relazione fra l’architettura e la città proponendo l’accostamento fra alcuni modelli di città moderna ed un grande atlante delle architetture, creato utilizzando i ridisegni realizzati dagli studenti all’interno del laboratorio di progettazione a partire dal primo anno accademico attivato. La sezione Paesaggi d’acqua raccoglie i lavori maturati all’interno del laboratorio di progettazione del secondo anno, esito di una riflessione incentrata sulla realtà della città costiera che ha condotto ad eleggere come luoghi concreti di sperimentazione le città di Cesenatico e Jesolo. I lavori esposti documentano un’indagine che, a partire dalla conoscenza di base dei caratteri morfologici della città e attraverso una riflessione critica sul suo sviluppo nel tempo, si propone di metterne in risalto i recenti processi di trasformazione. Le proposte progettuali si interrogano in particolare sulle relazioni fra l’abitazione permanente e temporanea confrontandosi con i modelli abitativi tradizionali ed interrogandosi, alla luce dei concetti di flessibilità spaziale e temporale, mescolanza di funzioni, adattabilità, permeabilità, sulle differenti modalità d’uso richieste agli spazi abitativi contemporanei. I materiali presentati all’interno della sezione India. Forme dell’abitare sono stati elaborati nell’ambito del Laboratorio di sintesi finale I luoghi dell’abitare. Identità della residenza contemporanea, all’interno del quale è stato approfondito il tema dell’abitare con particolare riferimento ai concetti di città, comunità e casa. La ricerca sui caratteri dell’insediamento residenziale come opera della collettività è documentata da una serie di studi analitici dedicati ai più significativi interventi di edilizia residenziale realizzati in India negli anni settanta e ottanta. Completano la sezione alcuni progetti di riqualificazione urbana dedicati alla città di Varanasi in cui il tema dell’abitazione, a partire dal concetto di identità plurale e dall’esplorazione dei suoi significati, assume un valore di assoluta centralità. La sezione Studi conclude il percorso espositivo con una selezione di ricostruzioni realizzate nell’ambito del laboratorio di progettazione collocato al primo anno del percorso di studi nei primi dodici anni di vita della facoltà. Le ricostruzioni, documentate attraverso disegni originali e modelli fisici, evidenziano il grande potenziale che gli esempi analizzati sono ancora in grado di liberare nel momento in cui se ne indaghino le strutture formali, ed il contributo che esse possono offrire, sul piano formativo, per una riflessione sulle qualità dello spazio architettonico e del processo compositivo in generale. La mostra è completata da proiezioni video, materiale fotografico, modelli urbani e di architettura.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/108255
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact