I microrganismi benefici utilizzati in agricoltura biologica possono instaurare interazioni con la pianta ospite in grado di proteggerla dalle malattie e di migliorarne la crescita e l’assorbimento di soluti e acqua. Quest’ultimo aspetto potrebbe peraltro divenire importante a causa di una prevedibile progressiva limitazione della disponibilità di acqua. Piante di lattuga sono state allevate in vaso, in ambiente controllato per temperatura, intensità luminosa e fotoperiodo. Le piante sono state trattate con formulati commerciali a base di Trichoderma sp., di Glomus sp., e di loro combinazioni anche con ulteriori microrganismi benefici. Per ciascun formulato, le applicazioni sono state realizzate secondo il seguente schema: alla semina; alla semina e al trapianto; alla semina, al trapianto e durante la crescita in vaso. Il consumo d’acqua è stato registrato mediante l’ausilio di appositi sensori per il contenuto volumetrico d’acqua nel suolo (VWC). Da parte nostra abbiamo inteso valutare contestualmente e in funzione del numero e del posizionamento delle applicazioni: l’attività dei prodotti contro Rhizoctonia solani inoculata al terreno successivamente e il loro effetto sull’utilizzo dell’acqua da parte della pianta. I dati ottenuti mostrano una maggiore attività dei prodotti quando sono stati applicati alla semina e al trapianto. La maggior parte dei microrganismi saggiati ha inoltre evidenziato un consumo d’acqua minore per unità di peso prodotto. I formulati a base di Trichoderma mostrano la migliore combinazione tra i parametri in prova.

Attivita' ed effetti collaterali di microrganismi benefici applicati a lattuga in ambiente controllato.

ROBERTI, ROBERTA;
2011

Abstract

I microrganismi benefici utilizzati in agricoltura biologica possono instaurare interazioni con la pianta ospite in grado di proteggerla dalle malattie e di migliorarne la crescita e l’assorbimento di soluti e acqua. Quest’ultimo aspetto potrebbe peraltro divenire importante a causa di una prevedibile progressiva limitazione della disponibilità di acqua. Piante di lattuga sono state allevate in vaso, in ambiente controllato per temperatura, intensità luminosa e fotoperiodo. Le piante sono state trattate con formulati commerciali a base di Trichoderma sp., di Glomus sp., e di loro combinazioni anche con ulteriori microrganismi benefici. Per ciascun formulato, le applicazioni sono state realizzate secondo il seguente schema: alla semina; alla semina e al trapianto; alla semina, al trapianto e durante la crescita in vaso. Il consumo d’acqua è stato registrato mediante l’ausilio di appositi sensori per il contenuto volumetrico d’acqua nel suolo (VWC). Da parte nostra abbiamo inteso valutare contestualmente e in funzione del numero e del posizionamento delle applicazioni: l’attività dei prodotti contro Rhizoctonia solani inoculata al terreno successivamente e il loro effetto sull’utilizzo dell’acqua da parte della pianta. I dati ottenuti mostrano una maggiore attività dei prodotti quando sono stati applicati alla semina e al trapianto. La maggior parte dei microrganismi saggiati ha inoltre evidenziato un consumo d’acqua minore per unità di peso prodotto. I formulati a base di Trichoderma mostrano la migliore combinazione tra i parametri in prova.
Atti I Convegno RIRAB
54
54
Di Marco S.; Facini O.; Roberti R.; Osti F.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/107791
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact