Ogni paesaggio attuale è l’esito provvisorio del continuo sommarsi di matrici, mutamenti e retaggi che ci giungono dal passato: da quello più lontano che precedette la comparsa dell’uomo, in cui si forgiarono i caratteri ambientali e climatici più persistenti, a quello storico - antico e recente - durante il quale la presenza umana ha inciso sempre più profondamente, lasciando multiformi tracce ed eredità. Anche Bologna non esibisce solo le realizzazioni moderne o le impronte del suo splendore medievale, ma conserva anche le orme e i lasciti delle comunità che ne hanno vitalizzato lo spazio fin dal più remoto passato. Crocevia naturale e viario, punto d’incontro tra mondo mediterraneo e mitteleuropeo, centro di attrazione e di irradiamento di cultura e scienza, la comunità bolognese dispone di un patrimonio di “storie”, di una galleria di personaggi, di un repertorio di episodi da cui attingere a piene mani per rilevare le attitudini confluite a modellare condizioni e comportamenti odierni. Lo spessore cronologico del patrimonio storico che il centro e il territorio di Bologna possono esibire è particolarmente ampio e consente di risalire dal presente al paleolitico attraverso una singolare continuità di retaggi e di fonti, spesso custodite e valorizzate in sedi conservative all’avanguardia nella capacità di tutelarle, esporle e renderle fruibili. Tutte le città del mondo si identificano con i loro monumenti ed opere d’arte di valore universale con la loro capacità di emozionare, evocare, ispirare. A Bologna, la storia si vede! Leggerla attraverso i suoi volti attuali significa divenirne eredi e protagonisti, far propri i suoi lasciti ed entrare a far parte di una grande rappresentazione collettiva nella quale le persone e le generazioni passate affidano la loro memoria a quelle presenti e future. Questo volume intende presentare il patrimonio storico artistico di questa comunità millenaria per rilevarne i caratteri distintivi ed aprirsi ai nuovi apporti di genti e culture diverse con la piena consapevolezza della propria identità. Arricchito da immagini suggestive, il racconto della storia di Bologna e dei suoi tesori – proposto anche in versione inglese – viene esposto attraverso “quadri” che includono oltre ai palazzi più importanti, chiese, portici, canali, mura, torri, musei, biblioteche e archivi, corredati da una puntuale cronologia, che pur nella necessaria sintesi vuole coniugare rigore scientifico e gradevole lettura. Every current landscape is the provisional result of the continuous adding-up of roots, changes and lega- cies which have reached us from the past: from the furthest one which preceded the appearance of man, where the more persistent environmental and climatic features were moulded, to the historical one – ancient and recent – which has been increasingly deeply affected by human presence, leaving multifarious traces and inheritance. Bologna as well does not only exhibit the modern achievements or the imprints of its medieval splendour, but it also preserves the tracks and the legacies of the communities which lived in it since the furthermost past. Road and natural crossroads, meeting point between Mediterranean and mid-European world, culture and sciences irradiation and attraction point, like all others, Bolognese community boasts an heritage of “stories”, a gallery of figures, a number of episodes which can be referred to, in order to understand its attitudes converged to shape current conditions and b...

BOLOGNA. Storia, volti e patrimoni di una comunità millenaria BOLOGNA. History, facets and heritage of millenary community

BORGHI, BEATRICE;DONDARINI, ROLANDO
2011

Abstract

Ogni paesaggio attuale è l’esito provvisorio del continuo sommarsi di matrici, mutamenti e retaggi che ci giungono dal passato: da quello più lontano che precedette la comparsa dell’uomo, in cui si forgiarono i caratteri ambientali e climatici più persistenti, a quello storico - antico e recente - durante il quale la presenza umana ha inciso sempre più profondamente, lasciando multiformi tracce ed eredità. Anche Bologna non esibisce solo le realizzazioni moderne o le impronte del suo splendore medievale, ma conserva anche le orme e i lasciti delle comunità che ne hanno vitalizzato lo spazio fin dal più remoto passato. Crocevia naturale e viario, punto d’incontro tra mondo mediterraneo e mitteleuropeo, centro di attrazione e di irradiamento di cultura e scienza, la comunità bolognese dispone di un patrimonio di “storie”, di una galleria di personaggi, di un repertorio di episodi da cui attingere a piene mani per rilevare le attitudini confluite a modellare condizioni e comportamenti odierni. Lo spessore cronologico del patrimonio storico che il centro e il territorio di Bologna possono esibire è particolarmente ampio e consente di risalire dal presente al paleolitico attraverso una singolare continuità di retaggi e di fonti, spesso custodite e valorizzate in sedi conservative all’avanguardia nella capacità di tutelarle, esporle e renderle fruibili. Tutte le città del mondo si identificano con i loro monumenti ed opere d’arte di valore universale con la loro capacità di emozionare, evocare, ispirare. A Bologna, la storia si vede! Leggerla attraverso i suoi volti attuali significa divenirne eredi e protagonisti, far propri i suoi lasciti ed entrare a far parte di una grande rappresentazione collettiva nella quale le persone e le generazioni passate affidano la loro memoria a quelle presenti e future. Questo volume intende presentare il patrimonio storico artistico di questa comunità millenaria per rilevarne i caratteri distintivi ed aprirsi ai nuovi apporti di genti e culture diverse con la piena consapevolezza della propria identità. Arricchito da immagini suggestive, il racconto della storia di Bologna e dei suoi tesori – proposto anche in versione inglese – viene esposto attraverso “quadri” che includono oltre ai palazzi più importanti, chiese, portici, canali, mura, torri, musei, biblioteche e archivi, corredati da una puntuale cronologia, che pur nella necessaria sintesi vuole coniugare rigore scientifico e gradevole lettura. Every current landscape is the provisional result of the continuous adding-up of roots, changes and lega- cies which have reached us from the past: from the furthest one which preceded the appearance of man, where the more persistent environmental and climatic features were moulded, to the historical one – ancient and recent – which has been increasingly deeply affected by human presence, leaving multifarious traces and inheritance. Bologna as well does not only exhibit the modern achievements or the imprints of its medieval splendour, but it also preserves the tracks and the legacies of the communities which lived in it since the furthermost past. Road and natural crossroads, meeting point between Mediterranean and mid-European world, culture and sciences irradiation and attraction point, like all others, Bolognese community boasts an heritage of “stories”, a gallery of figures, a number of episodes which can be referred to, in order to understand its attitudes converged to shape current conditions and b...
267
9788873813972
BORGHI B.; DONDARINI R.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/107661
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact