Il contributo intende offrire una disamina approfondita della disciplina vigente nell'ordinamento nazionale in tema di porti commerciali. In particolare l'approfondimento ha ad oggetto l'analisi delle seguenti problematiche giuridiche: 1. La nozione di porto 2. Modelli di gestione portuale anteriori alla Legge 28 gennaio 1994, n. 84: gli enti portuali e l’intervento della Corte di Giustizia con la sentenza 10 dicembre 1991 3. L’istituzione dell’Autorità portuale: ruolo e funzioni 3.1. Gli organi dell’Autorità portuale 4. La natura giuridica dell’Autorità portuale: il principio di separatezza 5. Le deroghe al principio di separatezza: le forme di svolgimento dei servizi portuali di interesse generale 6. Il regime di accesso al mercato delle operazioni portuali 6.1. L’autoproduzione 6.2. I servizi portuali stricti iuris 6.3. I servizi tecnico-nautici di pilotaggio, ormeggio, rimorchio e battellaggio 6.3.1. Il servizio di pilotaggio 6.3.2. Il servizio di ormeggio 6.3.3. Il servizio di rimorchio 6.3.4. Il servizio di battellaggio 6.4. I servizi tecnico-nautici quali “servizi di interesse economico generale” 7. Le imprese terminaliste 8. La disciplina del lavoro portuale e dei relativi servizi che vengono ivi svolti. L'indagine, in particolare, è condotta alla luce della disciplina dettata dalla Legge 28 gennaio 1994, n. 84, nel quadro delle principali soluzioni interpretative accolte in materia dalla giurisprudenza e dalla dottrina.

Il regime giuridico dei porti e la disciplina dei servizi portuali

ROMAGNOLI, ALESSANDRA
2011

Abstract

Il contributo intende offrire una disamina approfondita della disciplina vigente nell'ordinamento nazionale in tema di porti commerciali. In particolare l'approfondimento ha ad oggetto l'analisi delle seguenti problematiche giuridiche: 1. La nozione di porto 2. Modelli di gestione portuale anteriori alla Legge 28 gennaio 1994, n. 84: gli enti portuali e l’intervento della Corte di Giustizia con la sentenza 10 dicembre 1991 3. L’istituzione dell’Autorità portuale: ruolo e funzioni 3.1. Gli organi dell’Autorità portuale 4. La natura giuridica dell’Autorità portuale: il principio di separatezza 5. Le deroghe al principio di separatezza: le forme di svolgimento dei servizi portuali di interesse generale 6. Il regime di accesso al mercato delle operazioni portuali 6.1. L’autoproduzione 6.2. I servizi portuali stricti iuris 6.3. I servizi tecnico-nautici di pilotaggio, ormeggio, rimorchio e battellaggio 6.3.1. Il servizio di pilotaggio 6.3.2. Il servizio di ormeggio 6.3.3. Il servizio di rimorchio 6.3.4. Il servizio di battellaggio 6.4. I servizi tecnico-nautici quali “servizi di interesse economico generale” 7. Le imprese terminaliste 8. La disciplina del lavoro portuale e dei relativi servizi che vengono ivi svolti. L'indagine, in particolare, è condotta alla luce della disciplina dettata dalla Legge 28 gennaio 1994, n. 84, nel quadro delle principali soluzioni interpretative accolte in materia dalla giurisprudenza e dalla dottrina.
Lineamenti di diritto pubblico dei trasporti
149
181
Romagnoli A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/107033
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact