Ciclo di lezioni e di letture di classici organizzato dal Centro Studi la permanenza del classico, diretto da I. Dionigi, in Aula Magna di S. Lucia e in S. Stefano, incentrate sul tema di NOMOS BASILEUS. La sovranita della legge: un enigma che dall'antichita torna a investire il nostro presente. Il conflitto fra legge pubblica e giustizia soggettiva e al centro dell'Antigone di SOFOCLE (442 a.C.). Sui fondamenti della legge si interrogano ANTIFONTE (V sec. a.C.), SENOFONTE (V/IV sec. a.C) e CICERONE (I sec. a.C.). ERODOTO (V sec. a.C.) mette in scena il dibattito sulle forme di costituzione, e lo PSEUDO-SENOFONTE analizza spietatamente la democrazia ateniese. PLATONE (V/IV sec. a.C.) mostra in Socrate un esempio di strenua fedelta alle leggi, mentre LUCANO (I sec. d.C.) rappresenta un Cesare che distrugge l'ordine giuridico della Repubblica. Le origini delle leggi al principio della storia umana sono rappresentate da LUCREZIO (I sec. a.C.) e da TACITO. Le LEGGI DELLE XII TAVOLE (451 a.C.) danno principio all'attivita legislativa romana, mentre la riflessione di TERTULLIANO (II sec. d.C.) ne sottopone la validita ai principi della giustizia e del progresso culturale. Il rapporto fra legge umana e legge divina, nonche fra lettera e spirito della legge, e al centro dell'Antico (ESODO, DEUTERONOMIO, SALMO 119, ISAIA) e del Nuovo Testamento (MATTEO, PAOLO). La difesa di Socrate scritta da PLATONE, infine, ripropone uno dei piu discussi processi della storia occidentale. Giovedì 5 maggio 2005, ore 21: IL DIRITTO DI ANTIGONE E LA LEGGE DI CREONTE, da Sofocle, Antigone: interpreti MONICA GUERRITORE, LUCA LAZZARESCHI, LINO GUANCIALE, VIOLA PORNARO. Relatore GUSTAVO ZAGREBELSKY, musiche Tommaso Traetta, Felix Mendelssohn Bartholdy, Carl Orff, Arthur Honegger. Regia CLAUDIO LONGHI Giovedì 12 maggio 2005, ore 21: LA LEGGE E LA CITTÀ, da XII Tavole, Erodoto, Platone, Senofonte, Lucrezio, Cicerone, Tacito, Tertulliano, interpreti GIOVANNI CRIPPA E ELISABETTA POZZI: relatore LUCIANO CANFORA. Musiche Kurt Weill, Gottfried Huppertz, Dmitri Shostakovich, Aaron Copland, Philip Glass. Regia CLAUDIO LONGHI Giovedì 19 maggio 2005, ore 21: LA LEGGE E LO SPIRITO, da Esodo, Deuteronomio, Isaia, Matteo, Romani, Galati, interpreti WARNER BENTIVEGNA E SANDRA CECCARELLI. Relatori MASSIMO CACCIARI E GIANFRANCO RAVASI. Musiche Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Arnold Schönberg. Regia Claudio Longhi Giovedì 26 maggio 2005, ore 21: APOLOGIA DI SOCRATE. Versione scenica di CARLO RIVOLTA e NUVOLA DE CAPUA, interpretazione Carlo Rivolta, musiche Eric Satie, Keith Jarret Le letture sono state registrate e sono disponibili su DVD. I testi sono apparsi, con commenti in un volume a stampa. Vedi il sito: http://www2.classics.unibo.it/Permanenza/2004-2005/nomos_basileus.htm

Nomos basileus

DIONIGI, IVANO
2005

Abstract

Ciclo di lezioni e di letture di classici organizzato dal Centro Studi la permanenza del classico, diretto da I. Dionigi, in Aula Magna di S. Lucia e in S. Stefano, incentrate sul tema di NOMOS BASILEUS. La sovranita della legge: un enigma che dall'antichita torna a investire il nostro presente. Il conflitto fra legge pubblica e giustizia soggettiva e al centro dell'Antigone di SOFOCLE (442 a.C.). Sui fondamenti della legge si interrogano ANTIFONTE (V sec. a.C.), SENOFONTE (V/IV sec. a.C) e CICERONE (I sec. a.C.). ERODOTO (V sec. a.C.) mette in scena il dibattito sulle forme di costituzione, e lo PSEUDO-SENOFONTE analizza spietatamente la democrazia ateniese. PLATONE (V/IV sec. a.C.) mostra in Socrate un esempio di strenua fedelta alle leggi, mentre LUCANO (I sec. d.C.) rappresenta un Cesare che distrugge l'ordine giuridico della Repubblica. Le origini delle leggi al principio della storia umana sono rappresentate da LUCREZIO (I sec. a.C.) e da TACITO. Le LEGGI DELLE XII TAVOLE (451 a.C.) danno principio all'attivita legislativa romana, mentre la riflessione di TERTULLIANO (II sec. d.C.) ne sottopone la validita ai principi della giustizia e del progresso culturale. Il rapporto fra legge umana e legge divina, nonche fra lettera e spirito della legge, e al centro dell'Antico (ESODO, DEUTERONOMIO, SALMO 119, ISAIA) e del Nuovo Testamento (MATTEO, PAOLO). La difesa di Socrate scritta da PLATONE, infine, ripropone uno dei piu discussi processi della storia occidentale. Giovedì 5 maggio 2005, ore 21: IL DIRITTO DI ANTIGONE E LA LEGGE DI CREONTE, da Sofocle, Antigone: interpreti MONICA GUERRITORE, LUCA LAZZARESCHI, LINO GUANCIALE, VIOLA PORNARO. Relatore GUSTAVO ZAGREBELSKY, musiche Tommaso Traetta, Felix Mendelssohn Bartholdy, Carl Orff, Arthur Honegger. Regia CLAUDIO LONGHI Giovedì 12 maggio 2005, ore 21: LA LEGGE E LA CITTÀ, da XII Tavole, Erodoto, Platone, Senofonte, Lucrezio, Cicerone, Tacito, Tertulliano, interpreti GIOVANNI CRIPPA E ELISABETTA POZZI: relatore LUCIANO CANFORA. Musiche Kurt Weill, Gottfried Huppertz, Dmitri Shostakovich, Aaron Copland, Philip Glass. Regia CLAUDIO LONGHI Giovedì 19 maggio 2005, ore 21: LA LEGGE E LO SPIRITO, da Esodo, Deuteronomio, Isaia, Matteo, Romani, Galati, interpreti WARNER BENTIVEGNA E SANDRA CECCARELLI. Relatori MASSIMO CACCIARI E GIANFRANCO RAVASI. Musiche Johann Sebastian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Arnold Schönberg. Regia Claudio Longhi Giovedì 26 maggio 2005, ore 21: APOLOGIA DI SOCRATE. Versione scenica di CARLO RIVOLTA e NUVOLA DE CAPUA, interpretazione Carlo Rivolta, musiche Eric Satie, Keith Jarret Le letture sono state registrate e sono disponibili su DVD. I testi sono apparsi, con commenti in un volume a stampa. Vedi il sito: http://www2.classics.unibo.it/Permanenza/2004-2005/nomos_basileus.htm
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/10684
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact