Il saggio analizza alcuni elementi ricorrenti nella commedia erotica italiana dei primi anni Settanta, mettendoli a confronto con le elaborazioni teoriche sull'erotismo e la corporeità di Pier Paolo Pasolini, confluite in "Salò o le centoventi giornate di Sodoma". Sia pure nelle evidenti differenze estetiche e pragmatiche si individuano interessanti aree di tangenza, relative alla costruzione di una sintassi sensoriale fondata in modo quasi esclusivo sulla visione e all'annullamento della dimensione tattile dell'erotismo.

Tatto/visione: Salò e il cinema erotico italiano degli anni '70

NOTO, PAOLO
2005

Abstract

Il saggio analizza alcuni elementi ricorrenti nella commedia erotica italiana dei primi anni Settanta, mettendoli a confronto con le elaborazioni teoriche sull'erotismo e la corporeità di Pier Paolo Pasolini, confluite in "Salò o le centoventi giornate di Sodoma". Sia pure nelle evidenti differenze estetiche e pragmatiche si individuano interessanti aree di tangenza, relative alla costruzione di una sintassi sensoriale fondata in modo quasi esclusivo sulla visione e all'annullamento della dimensione tattile dell'erotismo.
I cinque sensi del cinema.
315
321
E. Marchesi; P. Noto
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/105294
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact