La vita di Sébastien Ponchelet è stata segnata per sempre da un maldestro tentativo di rapina. Scarcerato per buona condotta, trascina i suoi giorni come magazziniere in una prestigiosa casa editrice parigina, tra le angherie di colleghi miserabili e una caricatura di vita famigliare in uno squallido quartiere dormitorio. Mentre qualcuno ruba preziosi quadri dalle pareti dei musei di Francia. E una giovane sconosciuta legge, assorta, libri su libri sulla metropolitana che Sébastien prende ogni sera per tornare a casa. Tra un best-seller e l’altro, tra un quiz televisivo e lunghi viaggi in metro, un giorno Sébastien si ritrova tra le mani un manoscritto del quale, in casa editrice, si erano perdute le tracce: è fitto di correzioni scritte con zampa di gallina, ma la prima frase - “Per molto tempo, sono andato a letto presto” - lentamente lo cattura. Otto parole che cambiano la sua vita. Con questa originale variazione sulla scrittura e sui suoi effetti, sui processi creativi, ma anche sul desiderio e sull’inibizione, Jean-Pierre Gattégno offre alla lettura e ai lettori un omaggio di rara intensità.

"Per molto tempo, sono andato a letto presto"

TARTARINI, CHIARA
2006

Abstract

La vita di Sébastien Ponchelet è stata segnata per sempre da un maldestro tentativo di rapina. Scarcerato per buona condotta, trascina i suoi giorni come magazziniere in una prestigiosa casa editrice parigina, tra le angherie di colleghi miserabili e una caricatura di vita famigliare in uno squallido quartiere dormitorio. Mentre qualcuno ruba preziosi quadri dalle pareti dei musei di Francia. E una giovane sconosciuta legge, assorta, libri su libri sulla metropolitana che Sébastien prende ogni sera per tornare a casa. Tra un best-seller e l’altro, tra un quiz televisivo e lunghi viaggi in metro, un giorno Sébastien si ritrova tra le mani un manoscritto del quale, in casa editrice, si erano perdute le tracce: è fitto di correzioni scritte con zampa di gallina, ma la prima frase - “Per molto tempo, sono andato a letto presto” - lentamente lo cattura. Otto parole che cambiano la sua vita. Con questa originale variazione sulla scrittura e sui suoi effetti, sui processi creativi, ma anche sul desiderio e sull’inibizione, Jean-Pierre Gattégno offre alla lettura e ai lettori un omaggio di rara intensità.
8889609184
Jean-Pierre Gattégno
Longtemps, je me suis couché de bonne heure
C. Tartarini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/105256
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact