Georges Didi-Huberman recupera qui una immagine pasoliniana -- quella della "scomparsa delle lucciole" -- per parlare di ciò che, dinanzi alla stereotipia sociale, pare condannato ad andare perduto. ma Didi-Huberman è convinto che, nonostante ciò che aveva impedito a Pasolini di vedere, nonostante una barbarie che procede senza intoppi, ci siano "barlumi" che resistono "malgrado tutto".

Come le lucciole. Una politica delle sopravvivenze

TARTARINI, CHIARA
2010

Abstract

Georges Didi-Huberman recupera qui una immagine pasoliniana -- quella della "scomparsa delle lucciole" -- per parlare di ciò che, dinanzi alla stereotipia sociale, pare condannato ad andare perduto. ma Didi-Huberman è convinto che, nonostante ciò che aveva impedito a Pasolini di vedere, nonostante una barbarie che procede senza intoppi, ci siano "barlumi" che resistono "malgrado tutto".
9788833920559
Georges Didi-Huberman
Survivance de lucioles
C. Tartarini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/105226
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact