Nella memoria vengono analizzati i dati relativi alle rotture registrate nella rete di distribuzione idrica di Trondheim (Norvegia) al fine di valutare se la storia pregressa delle rotture possa fornire indicazioni sullo stato strutturale della rete confrontabili con quanto desumibile applicando la teoria dell’affidabilità per componenti riparabili. In particolare, dopo un’analisi statistica dei dati, lo studio evidenzia i limiti imposti dal troncamento a sinistra e a destra della finestra temporale cui i dati si riferiscono. Il modello CASSES, sviluppato da Cemagref in Francia (Le Gat, 2009), è stato modificato al fine di superare tali limitazioni: una parte del campione delle rotture registrate è stato utilizzato per calibrare i parametri del modello di previsione delle rotture di ciascuna classe omogenea di condotte, mentre la seconda parte è stata confrontata con le rotture calcolate dai modelli così calibrati, al fine di selezionare il vettore di parametri che fornisce la migliore previsione.

Analisi dei limiti imposti dai dati sulla previsione delle rotture delle condotte di acquedotto

UGARELLI, RITA MARIA;DI FEDERICO, VITTORIO;
2011

Abstract

Nella memoria vengono analizzati i dati relativi alle rotture registrate nella rete di distribuzione idrica di Trondheim (Norvegia) al fine di valutare se la storia pregressa delle rotture possa fornire indicazioni sullo stato strutturale della rete confrontabili con quanto desumibile applicando la teoria dell’affidabilità per componenti riparabili. In particolare, dopo un’analisi statistica dei dati, lo studio evidenzia i limiti imposti dal troncamento a sinistra e a destra della finestra temporale cui i dati si riferiscono. Il modello CASSES, sviluppato da Cemagref in Francia (Le Gat, 2009), è stato modificato al fine di superare tali limitazioni: una parte del campione delle rotture registrate è stato utilizzato per calibrare i parametri del modello di previsione delle rotture di ciascuna classe omogenea di condotte, mentre la seconda parte è stata confrontata con le rotture calcolate dai modelli così calibrati, al fine di selezionare il vettore di parametri che fornisce la migliore previsione.
LA GESTIONE DELLE RETI IDRICHE
63
73
R. Ugarelli; V. Di Federico; S. Bruaset
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/104265
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact