Il confronto con il marxismo contemporaneo