La peculiarità del setting formativo e l'eterogeneità dell'utenza (studenti stranieri di scambio) in termini di fattori linguistici e socioculturali, nonché il differente grado di esperienze pregresse sullo studio in autoapprendimento sono alla base della scelta di intraprendere analisi di tipo qualitativo sul prodotto (percorsi multimediali) collegato al processo formativo. Il monitoraggio è stato condotto grazie a quattro incontri con gli studenti in modalità focus-group.

Informazione qualitativa e dati quantitativi nei processi di monitoraggio

CERVINI, CRISTIANA;POLSELLI, PAOLA
2005

Abstract

La peculiarità del setting formativo e l'eterogeneità dell'utenza (studenti stranieri di scambio) in termini di fattori linguistici e socioculturali, nonché il differente grado di esperienze pregresse sullo studio in autoapprendimento sono alla base della scelta di intraprendere analisi di tipo qualitativo sul prodotto (percorsi multimediali) collegato al processo formativo. Il monitoraggio è stato condotto grazie a quattro incontri con gli studenti in modalità focus-group.
E-learning, comunicazione mediata e presenziale
193
206
Cristiana, Cervini; Paola, Polselli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/103656
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact